Home Cani Come portare il cane in bicicletta: cosa è importante sapere

Come portare il cane in bicicletta: cosa è importante sapere

Come portare il cane in bicicletta senza infrangere la legge? Ecco tutte le regole che occorre sapere prima di prendere fido con noi per un viaggio. 

Come portare il cane in bicicletta
(Foto Pixabay)

Quando si convive con l’amico a quattro zampe è inevitabile pensare a come fare per poter viaggiare insieme, desiderando di restare in sua compagnia anche durante brevi spostamenti in città o in campagna. Non sempre, però, è possibile portare fido con noi, essendoci delle leggi che vietano alcuni comportamenti pericolosi soprattutto per la sua sicurezza. Molti padroni del peloso si chiedono se si può portare bau in bici. Vediamo, allora, come portare il cane in bicicletta.

Come portare il cane in bicicletta: cosa dice la legge

Ad ogni padrone può venire in mente l’idea di portare con sé il proprio fido, in sella alla bicicletta, non avendo altro mezzo per spostarsi. Ma questo è un comportamento lecito e sicuro per l’amico a quattro zampe? É permesso dalla legge? Leggiamo, nello specifico, qui nell’articolo.

Come portare fido in bicicletta
(Foto Unsplash)

Capita a tutti di volersi organizzare nei propri spostamenti in compagnia dell’amato cane, spesso per evitare di lasciarlo solo in casa per troppo tempo o, anche, per farlo muovere di più e fargli vedere le bellezze della natura.

Portare in viaggio sulla bici il proprio fido, però, non è così semplice come si pensa. Esistono delle regole e degli accorgimenti da rispettare prima di farlo salire in sella con noi ed occorre sapere cosa si può fare e cosa no.

Dobbiamo sapere che è vietato dalla legge andare in bici con il cane al guinzaglio: questo perché, oltre che essere pericoloso per la vita dell’animale, è rischioso per la sicurezza pubblica.

Le disposizioni di questa legge, precisamente l’articolo 182 comma 3 del Codice della Strada, vietano al ciclista di trainare animali al guinzaglio mentre si è in sella alla bicicletta. Inoltre, è vietato anche trainare veicoli o farsi trainare da un altro veicolo.

La sanzione per la violazione di questa legge prevede, per il ciclista o per chiunque trasgredisca, il pagamento di una somma compresa tra i 60 e i 120 euro.

Sottoporre a sevizie o a fatiche gli animali (in questo caso, a sofferenze) può prevedere anche la reclusione dai 3  mesi ad 1 anno, insieme al pagamento di una multa fino a 15.000 euro.

Come trasportare bau in bici

Se si vuole portare fido in bicicletta bisogna rinunciare, dunque, al guinzaglio e scegliere le strade secondarie e vialetti di campagna, per assicurare benessere al peloso.

Un cane non vive a suo agio nelle strade molto trafficate e respirare lo smog non gli fa certo piacere e può danneggiare la sua salute.

Sul proprio veicolo è possibile montare dei piccoli trasportini o utilizzare delle cargobike. Installare sulla parte anteriore della bicicletta un cestotrasportino è una soluzione semplice e alla portata di tutti.

In commercio è possibile, poi, acquistare biciclette apposite, con la parte anteriore studiata per il trasporto di animali e bambini piccoli, fornite di cinture di sicurezza. Prima di acquistare una bici, però, si consiglia di valutarne i materiali, il peso e la sicurezza.

Potrebbe interessarti anche: Come portare il cane in barca: i migliori consigli

Fido a spasso con la bici: pericoli e consigli

Essendo l’amico a quattro zampe molto istintivo, è importante prendere le dovute precauzioni se si vuole portarlo in giro in bici. Ecco a cosa occorre prestare attenzione, seguendo dei consigli utili ed efficaci per ogni situazione.

Portare bau in bici
(Foto Unsplash)

Gli amici pelosi possono soffrire, anche loro, di stress o disagi improvvisi a cui il loro padrone deve essere sempre pronto.

É vero che il caro fido sembra essere pieno di energie ed entusiasmo per tutto il giorno, ma ha anche lui le sue debolezze e le fasi in cui necessita di riposo.

Non dimentichiamo, allora, di fare lunghe pause durante la passeggiata o il mini viaggio con lui, portando con noi una bella borraccia d’acqua nel caso fido abbia sete.

Per la sicurezza del cane è meglio preferire, soprattutto nei mesi più caldi, sentieri di campagna, tranquilli ed erbosi.

É necessario studiare il percorso che si ha intenzione di fare: optare per terreni non dissestati e roventi, liberi da materiali pericolosi per lui (es. vetro). L’uso di distanziatori o guinzagli per bici è utile ma soltanto dopo un adeguato addestramento del cane.

La tutela del proprio peloso è l’obiettivo primario, anche durante un viaggio breve. Prima di portarlo fuori, verifichiamo le sue condizioni di salute, tenendo anche conto dell’età, della razza, se è fuori allenamento e anche se può gradire questo tipo di attività.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G