Home Curiosita Esiste un ragno che costruisce un falso sé per ingannare i predatori

Esiste un ragno che costruisce un falso sé per ingannare i predatori

Gli animali non finiscono mai di sorprenderci: è il turno di un ragno che costruisce un falso aracnide per ingannare i suoi predatori.

Ragno falso predatori
(Adobe Stock)

Il ragno di cui stiamo per parlarvi è un provetto illusionista: questo animale è in grado di realizzare un falso sé per ingannare i predatori. Si tratta di una specie di aracnide osservata solo di recente in Amazzonia: conosciamola meglio per scoprire le sue incredibili qualità.

Il ragno che riesce a ingannare i suoi predatori con un falso aracnide

Microscopico, ma davvero furbo: si tratta di un ragnetto appartenente al genere Cyclosa che non misura più di 2 centimetri e mezzo.

ragno delle banane
(Foto AdobeStock)

Scoperta dall’entomologo statunitense Phil Torres, questa creaturina vive nella foresta amazzonica peruviana ed è dotata di una tecnica di difesa dai suoi predatori davvero invidiabile.

In passato gli esemplari del genere Cyclosa erano già noti agli scienziati per le loro provette capacità di scultori. Nella maggior parte dei casi, però, le “creazioni” osservate consistevano in grumi disomogenei di detriti.

Nulla a che vedere, insomma, con i capolavori di questo ragno, che è in grado di riprodurre una fedele versione di sé per ingannare chi vorrebbe mangiarlo.

Phil Torres ha raccontato che stava accompagnando un gruppo di turisti nella pianura alluvionale del Centro ricerche di Tambopata, quando ha notato un ragno appeso alla ragnatela che sembrava ormai morto.

Gli è bastato avvicinarsi, però, per svelare il trucco: dietro la fedele riproduzione, si celava il vero ragno, autore della “scultura”.

Potrebbe interessarti anche: I ragni non hanno le orecchie: come fanno a sentire i suoni? L’incredibile scoperta

Una dote invidiabile

È proprio la capacità del ragno di creare un falso sé per ingannare i predatori che ha fatto pensare agli scienziati che si trattasse di una specie mai osservata prima.

(Foto AdobeStock)

Di cosa si serve l’aracnide per costruire l’illusoria copia di sé? Nella sua “cassetta degli attrezzi” ci sono i gusci vuoti delle uova o gli scarti delle proprie prede.

Dopo il primo avvistamento, l’entomologo ha fatto ritorno sul luogo del primo incontro nella speranza di osservare altre opere d’arte della geniale creaturina.

Potrebbe interessarti anche: Tutto sul ragno delle banane: uno degli animali più velenosi al mondo

Ad oggi, ne sono stati avvistati 25, tutti dislocati nella stessa zona. In altre aree, invece, sembrano del tutto assenti.

In particolare, le tele di questo ragno artista sono state ritrovate ad altezza persona e vicino ai sentieri.

La loro estensione corrisponde a quella di una mano e, in termini di fedeltà delle copie riprodotte, alcuni ragni sembrano decisamente realistici mentre altri appaiono più stilizzati.