Home Curiosita Il gattino riconosce il suo papà, vero o falso: cosa dicono gli...

Il gattino riconosce il suo papà, vero o falso: cosa dicono gli studi

Dopo la nascita il gattino riconosce il suo papà o solo la figura materna? Tutto quello che c’è da sapere su come e se i piccoli felini sanno chi è il maschio adulto di casa.

Il gattino riconosce il suo papà
(Foto Pixabay)

‘La mamma è sempre la mamma’ e su questo non c’è dubbio: il detto vale anche per il mondo animale. E’ la figura materna la prima con la quale il piccolo nato si rapporta, ma cosa dire del suo rapporto con la figura maschile che ha comunque ‘contribuito’ alla sua nascita? Tutto quello che c’è da sapere su come e se il gattino riconosce il suo papà.

La mamma è certa, il papà…

La frase vuole essere ironica, ma in realtà non si riferisce ai dubbi che possono sorgere sulla eventuale paternità o meno di un felino, bensì sul fatto che i gattini appena nati riconoscano o meno la sua figura.

Mamma gatta nell'educazione del gattino
(Foto Pixabay)

Non siamo assolutamente certi che il piccolo nato riesca a capire che quel maschio adulto sia stata una figura altrettanto importante per il suo concepimento. Ovviamente non stiamo parlando a livello teorico, quando a livello fisico.

Il gattino riconosce il suo papà: gli studi e le cause

Secondo i ricercatori dell’Università di Bristol non vi è alcuna possibilità (almeno sulla base dei risultati ottenuti finora) che un gattino riconosca la sua figura genitoriale maschile.

gatta mamma con cucciolo
(Foto Adobe Stock)

Perché i gattini non riescono a riconoscerlo? Innanzitutto perché non sempre il papà è presente: molto spesso si tratta di incontri occasionali, in strada, magari con randagi che non si rivedranno più.

Altra causa è sicuramente legata al fatto che è sempre mamma gatta ad essere presente, sebbene per qualche motivo potrebbe allontanarsi oppure assumere dei comportamenti mostruosi dopo il parto.

Basti dare un’occhiata alle colonie feline: chi si occupa della gestione dell’organizzazione? Le femmine dei gatti. In casi davvero molto eccezionali il maschio può prendersi cura dei suoi cuccioli e solo in quel caso forse potrebbero riconoscerlo: ma per ora gli studi non supportano tale teoria.

Potrebbe interessarti anche: Ecco il modo migliore per insegnare a un gattino a bere dalla ciotola 

Il gattino non riconosce il suo papà (e lui si comporta in modo strano)

Non solo dunque abbiamo appurato che le possibilità che un gattino riconosca il suo papà sono scarse ma addirittura che lo stesso maschio si comporti in modo strano.

Nel migliore dei casi li ignora, è assente o è completamente indifferente; nei casi peggiori invece potrebbe addirittura mangiarli!

Si tratta, purtroppo, di un istinto primario (non certo di malvagità). Ma esistono anche gatti che riescono a ‘fare i padri’ giocando con i cuccioli e magari contribuendo anche alla loro igiene quotidiana.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Antonio D’Agostino