Il gatto è caduto dal balcone: cosa fare subito e quando bisogna preoccuparsi

Foto dell'autore

By Ilaria Grimaldi

Curiosita, Gatti

Il gatto è caduto dal balcone? In momenti come questo occorre mantenere la calma e sapere come agire. Vediamo, insieme, che cosa fare e quando è il caso di preoccuparsi.

Il gatto è caduto dal balcone
Micio rischia di cadere dal balcone (Foto Canva – amoreaquattrozampe.it)

Sono tante le leggende e le credenze che ancora oggi avvolgono l’affascinante creatura che è il felino. C’è, ad esempio, quella secondo cui micio abbia molte vite e che niente può farlo stare male, dei poteri speciale che lo fanno sopravvivere. Ma allora, che cosa fare se il gatto è caduto dal balcone? Leggiamo qui.

Il gatto è caduto dal balcone: come agire

Parliamo di uno di quegli episodi che nessun padrone si augura e che spaventa molti al solo pensiero della possibilità che accada. Eppure, con un micio, bisogna essere pronti ad ogni circostanza. Vediamo come comportarsi in una simile situazione.

Il felino sul balcone
Esemplare in balcone (Foto Unsplash – amoreaquattrozampe.it)

É nella natura di ogni gatto esplorare il mondo e la natura che lo circonda, dentro e fuori dall’ambiente domestico. Micio è un grande curioso della realtà e di tutto ciò che può contenere.

In particolare, le posizioni verticali incuriosiscono davvero tanto questo peloso così misterioso, da attirarlo e farlo muovere sempre. I balconi, infatti, sono una grande calamita per lui.

Nella sua casa, il micio adora muoversi alla scoperta di ogni cosa e posto, curiosando nei luoghi più impensabili e nascondendosi dappertutto, in attesa che si verifichi qualcosa di avventuroso.

Il gatto è un maestro di vita e ciò che si impara osservandolo in tutti i suoi comportamenti serve molto anche al suo padrone umano. Nelle sue esplorazioni quotidiane, è inevitabile che si avvicini alle zone pericolose.

Tra queste, il terrazzo o, comunque, il balcone di casa rappresenta sempre ansia per il suo proprietario, il quale vorrebbe tenerlo lontano da lì per tenerlo al sicuro ed evitare incidenti.

Ma anche gli imprevisti ed episodi spiacevoli possono verificarsi nella convivenza con un felino. Dunque, come intervenire se il gatto è caduto dal balcone? Continuiamo a leggere l’articolo.

Cosa accade quando micio cade

Per questo pet, è frequente voler camminare, saltare e muoversi su un balcone, posto in cui può vedere e osservare meglio anche il suo territorio. Come conseguenza c’è quella di vederlo cadere giù e che possa farsi male.

Innanzitutto, bisogna subito ricordare che l’evoluzione felina ha portato in lui una capacità innata di ruotare il corpo durante la caduta, così da atterrare sulle zampe e attutire il colpo.

É definito come “riflesso verticale” o “riflesso di raddrizzamento“, che consente al gatto di cadere già a pancia in giù e atterrare in modo meno rischioso.

Ovvio che non si vuole dire che, il gatto caduto dal balcone può non riportare danni fisici, anche perché molto dipende dall’età, dallo stato di salute e dall’agilità.

Come aiutare il gatto caduto dal balcone

La prima cosa da fare, una volta capito che micio è caduto, è accertarsi delle sue condizioni di salute. Se ferito, il peloso potrebbe fuggire per il forte spavento.

Raggiungerlo, dunque, per poi tranquillizzarlo, monitorando le sue condizioni e assicurandosi che non riporti alcuna ferita grave.

Nel caso in cui micio sia caduto da un piano molto alto, è molto importante contattare immediatamente il veterinario di fiducia per sottoporlo ad un controllo generale.

Ancora di più, qualora il felino manifesti segnali anomali, come sonnolenza, rifiuto di mangiare o perdita di sangue dal naso o segni di incoscienza.

Micio e il pericolo del balcone: come tenerlo in sicurezza

Non si può impedire totalmente al gatto di esplorare la casa e di uscire per avventurarsi in piena libertà, perché ne soffrirebbe. Vediamo, allora, come agire per prevenire e tenerlo al sicuro.

Il pericolo del balcone per micio
Peloso ha paura del balcone (Foto Unsplash – amoreaquattrozampe.it)

Rinchiudere il proprio felino in casa e proibirgli di muoversi in libertà sarebbe una decisione ingiusta e deleteria per il suo benessere generale, che nessun padrone dovrebbe attuare.

Il gatto deve sempre potersi muovere come e quando vuole, con la differenza che deve avvenire tutto in sicurezza e controllo.

Si tratta di un bisogno innato nel pet, per cui siamo noi a doverlo accettare e imparare ad adeguarci, con qualche semplice consiglio che possa aiutarlo a proteggersi.

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER

Mettere in sicurezza il proprio balcone, a prova di micio, è ciò di cui abbiamo bisogno. Il gatto deve poter accedere ad un posto da cui può essere osservato e tenuto nei limiti di sicurezza, impedendo all’animale di superare una barriera.

Basta creare il giusto perimetro esterno di movimento, sul balcone, per il pet, in cui possa saltare e passeggiare senza timore e che, allo stesso tempo, gli consenta di respirare fuori.

Gestione cookie