Gatto di Glee (Serie Tv): nome, aspetto, storie, fidanzato e curiosità

Foto dell'autore

By Antonio Pinto

Curiosita, Gatti

Come si chiama il gatto di Glee? Il suo nome è Lord Tubbington. Scopriamo qualcosa di più su questo personaggio.

gatto di Glee
(Foto Fb)

Glee è una serie televisiva musicale americana, prodotta e trasmessa dal 2009 al 2015 per un totale di 6 stagioni e 121 episodi.
Glee racconta la storia del professore di spagnolo della William McKinley High School, Will Schuester, intenzionato a riportare in vita il glee club, un gruppo di canto e ballo della scuola. L’attività non suscita l’interesse degli studenti, ma Schuester non sembra demordere e alla lunga riesce a raggruppare un gruppo di ragazzi talentuosi, considerati però “loser” (sfigati, perdenti) dal resto delle classi.

Glee è stato ed è un successo mondiale: la serie fu nominata a 19 Emmy Award, 4 Golden Globe, 6 Satellite Award e 57 altri premi. Ha vinto il Golden Globe per la miglior serie televisiva nel 2010, un Emmy award per Jane Lynch e Neil Patrick Harris (come guest star) e per la direzione di Murphy nell’episodio pilota. Nel 2011 la serie ha vinto di nuovo il Golden Globe per la miglior serie televisiva, Lynch e Colfer hanno ricevuto il Golden Globe come migliori co-protagonisti e Gwyneth Paltrow ha vinto un Emmy come migliore guest star in una serie televisiva.

La colonna sonora ha oltre 36 milioni di singoli e 11 milioni di album venduti in tutto il mondo solo nel 2011, nello stesso anno è stato realizzato il film documentario in 3D Glee: The 3D Concert Movie. Il film ha documentato le quattro settimane del Glee Live! In Concert!, una serie di concerti che i membri del cast hanno fatto nel Nord America ed in Europa, con backstage ed esibizioni live.

Cosa sappiamo di Lord Tubbington, il gatto di Glee

Come dicevamo nella serie tv c’è un personaggio peloso: un gatto.

gatto di glee
(Foto Fb)

Lord Tubbington è il gatto di Brittany Susan Pierce, personaggio interpretato da Heather Morris e cheerleader del liceo McKinley che nella terza stagione si fidanzerà con Santana Lopez. Anche Lord Tubbington diventa una star come i ragazzi del Glee Club.
La storia della sua vita viene raccontata in vari episodi del talk show online “Fonduta per Due”, ideato proprio dalla padroncina Brittany.

Lord è maschio, ha il pelo grigio e marrone scuro, gli occhi verdi ed è gatto in sovrappeso, pesa circa 11-12 chili perché si nutre con gli stessi cibi che mangiano gli umani e questo lo porta ad ingrassare e seguire diverse diete.
È interpretato da un gatto-attore di nome Argon, una vera star che ha un profilo Instagram con molto seguito.

Parlando del peloso, Brittany svela che Lord ha ripreso a fumare, che è un seguace di Scientology e che farebbe uso di ecstasy. Nell’episodio “Sto arrivando”, infatti, quando il professor Schuester chiede al gruppo di esprimere un desiderio, Brittany chiede proprio che il suo coinquilino riesca a chiudere con la droga.
Il gatto non sa parlare ma la sua padrona sostiene che legga il suo diario segreto. Inoltre viene intervistato durante il talk show al posto di Santana per una sua opinione riguardo al classico Gli Aristogatti e a quanto rappresenti efficacemente le relazioni tra gatti.

💖 SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE | TWITTER 🐶🐱

Lord Tubbington indossa un collare nero con borchie, una medaglietta a forma di osso zebrata con dietro scritto il suo nome e una T-shirt extralarge delle Nazionali di New York 2011, compratagli da Brittany.
Sappiamo inoltre che Lord sa svolgere bene le faccende domestiche, sa usare il computer, appare in un video sexy e fa una comparsa nella performance “This is the New Year”. Ha una cotta per Mr. Puss ed è amico di Lady Tubbington, la gatta che Sam ha preso dal rifugio.

Infine, un’ultima curiosità sul gatto di Glee: il fidanzato.
Mr. Puss è un gatto presente nell’episodio “I superduetti”, il suo padrone è Hunter Clarington e si trova nella Dalton Academy. È fidanzato con Lord Tubbington quindi è gay o bisessuale così come confermato da Ryan Murphy via Twitter.

Antonio Pinto

Gestione cookie