Home Curiosita Il gatto pensa che non lo amiamo abbastanza, per i nostri comportamenti

Il gatto pensa che non lo amiamo abbastanza, per i nostri comportamenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:59
CONDIVIDI

Ci sono alcuni comportamenti che abbiamo, che fanno pensare al gatto che non lo amiamo abbastanza quanto merita. Ecco quali sono e come rimediare.

gatto triste
Che tristezza, il gatto pensa che non lo amiamo! (Foto Pixabay)

Alcuni nostri comportamenti verso il micio, per noi magari totalmente innocui, sono una vera e propria offesa per il nostro micio. Il gatto pensa che non lo amiamo abbastanza quando adottiamo alcuni atteggiamenti, e nonostante tutto l’amore che proviamo per lui/lei, non potrà che fraintendere tali comportamenti e iniziare a sentirsi trascurato e poco curato. In generale, si tratta di dimenticanze e modi di fare che non sono adatti al nostro rapporto con il micio, e che dobbiamo evitare assolutamente.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto mi ama? 10 comportamenti per scoprire se ti sta esprimendo amore

I comportamenti da non adottare con il micio

perché il gatto cambia carattere
Il gatto interpreta i nostri comportamenti errati, e ci resta male. (Foto AdobeStock)

Scarsa pulizia della lettiera

lettiera gatto adobestock
Tenere pulita la lettiera del gatto è importante. (Foto AdobeStock)

Immaginiamo di non pulire il nostro bagno per una settimana intera. Certo, non lo faremmo mai, o probabilmente non lo useremmo più.

E lo stesso discorso vale per il nostro micio, che come bagno ha la lettiera. Se non la puliamo spesso, il gatto penserà che non lo amiamo abbastanza e non teniamo a lui/lei.

Potrebbe anche succedere che il gatto preferirà non usare più la sua lettiera, iniziando a fare i suoi bisognini altrove in casa. E se lo sgridiamo poi, sarà anche peggio.

Certo, non è colpa sua se avrà fatto la pipì sul tappeto del salotto. In fondo, era compito nostro tenere pulita la lettiera del micio.

Sgridarlo o dare punizioni

Perché il gatto non vuole stare in braccio (Foto Adobe Stock)
Un gatto che non sente amore diventerà insicuro ed aggressivo. (Foto AdobeStock)

Punire il nostro gatto, sgridarlo quando fa qualcosa di sbagliato, o anche mettere il suo muso nella pipì se la fa sul pavimento, sono tutti comportamenti sbagliati.

Allo stesso modo, gridare contro di lui/lei, o anche alzare la voce con altre persone mentre il micio è vicino a noi, possono essere tutti errori gravi.

Significherà infatti di creare un ambiente rigido, ma anche caotico, e molto nervoso. Questo porta il micio a pensare che non lo amiamo abbastanza.

E ovviamente, un gatto che non sente affetto dalla sua famiglia umana, inizierà a diventare insicuro, e potrebbe anche diventare aggressivo.

Non stimolare abbastanza il micio

L'importanza del gioco per il gatto
Il gatto ha bisogno di stimoli, momenti di gioco e tante coccole. (Foto AdobeStock)

Se abbiamo un gatto in casa, ma non ci giochiamo mai, non lo facciamo mai uscire e non lo stimoliamo in nessun modo, penserà giustamente che non ci interessiamo a lui/lei.

Un ambiente troppo noioso e tranquillo farà intristire il micio, che ovviamente si annoierà molto. 

Certo, i gatti sono apparentemente pigri e amano dormire, ma non vogliono assolutamente annoiarsi.

Dobbiamo fornire quindi al micio i giusti stimoli di cui ha bisogno, giocando con lui/lei quando vuole e coccolandolo/a; e soprattutto, rendendo l’ambiente in cui vive abbastanza stimolante.

Potrebbe interessarti anche: Il vostro gatto vi odia: 6 segnali per riconoscerlo

Non capiamo quando sta male

gatto
Il gatto sa comunicare che sta male. Non dobbiamo ignorarlo. (Foto AdobeStock)

I gatti non sanno parlare, ma di certo sanno comunicare che qualcosa non va in loro. E, da parte nostra, non dobbiamo mai trascurare i segnali che manda.

Se un micio non sta bene, e cerca di farcelo capire, dobbiamo assolutamente fare qualcosa. Oppure, penserà che non teniamo alla sua salute.

Inoltre, inizierà a pensare che non potrà fare affidamento su di noi quando starà male. Se notiamo problemi, qualcosa di strano, o altri segni di malessere, portiamolo dal veterinario.

Trascurare il micio perchè non abbiamo tempo

gatto malato
Se non abbiamo tempo per il micio, come possiamo farci amare? (Foto Pixabay)

Certo, tutti abbiamo molto da fare, e il lavoro, la famiglia, la vita sociale ci portano via tante ore della nostra giornata. Ma in ogni caso, non è giusto trascurare il nostro gatto.

Dobbiamo tenere fede al nostro impegno con il micio, cambiando l’acqua ogni volta che serve, preparando i suoi pasti con regolarità, e stando con lui/lei ogni tanto.

Se non siamo mai a casa, e non curiamo i suoi bisogni, inizierà a pensare che non lo amiamo. Non ignoriamolo/a mai, e cerchiamo di ritagliarci un po’ di tempo per curarlo/a.

F. B.