Home Gatti Salute dei Gatti Come capire se il gatto sta male: 8 segnali da non sottovalutare

Come capire se il gatto sta male: 8 segnali da non sottovalutare

CONDIVIDI

Quali sono i segnali da considerare per capire immediatamente se il tuo gatto non sta bene: come individuare i campanelli di allarme e correre ai ripari

segnali gatto malato
Come capire se il gatto non sta bene? Segnali e rimedi

A volte può capitare che il gatto non stia bene: se possiedi un gatto e ti accorgi che si sta sentendo male è fondamentale curarlo nella maniera più adeguata, in quanto sei tu ad essere responsabile della sua salute e del suo benessere.

In quanto padrone di un gatto può essere molto importante per te imparare quali sono i segnali per capire se il gatto sta male e individuare i migliori rimedi da mettere in pratica tempestivamente per aiutarlo a guarire.

Se vuoi imparare a interpretare i segnali che il tuo gatto esprime con il linguaggio del corpo quando non sta bene, consulta l’elenco in 8 punti che ti proponiamo in questo articolo.

8 segnali per capire che il gatto sta male

come capire se il gatto sta male
Come capire se il gatto sta male

1. OSSERVARE IL GATTO

SEGNALI > Se il gatto è malato te ne puoi accorgere dal fatto che sembrerà più abbattuto del solito e tenderà a dormire di più. Quando a questi segnali si aggiunge la mancanza di appetito, è sicuro che il tuo gatto ha qualcosa che non va.

RIMEDI > Per rimediare, innanzitutto fagli bere molta acqua e se non vuole bere portalo immediatamente dal veterinario: quando il gatto non vuole mangiare e bere è probabile che sia stato avvelenato.

2. MISURARE LA FEBBRE AL GATTO

SEGNALI > Per capire se il gatto ha la febbre dovrai misurargli la temperatura anale: quando supera i 39° significa che il gatto ha la febbre. Altri segnali che indicano la febbre nel gatto sono il pelo spento e il muso secco e caldo.

RIMEDI > Se il tuo gatto ha la febbre va portato dal veterinario: potrebbe avere un raffreddore o un’infezione.

3. OSSERVARE URINA E FECI DEL GATTO

SINTOMI > Se il gatto fa pipì più spesso del solito, se non fa i bisogni da più di due giorni o se osservi del sangue nelle sue feci potrebbero esserci dei problemi di ai reni, all’intestino o alla vescica. Fai attenzione anche se fa pipì fuori dalla lettiera: potrebbe essere il suo modo per dirti che qualcosa non va.

RIMEDI > Se si presentano i sintomi indicati, o se il gatto ha la diarrea, portalo dal veterinario perché questi sintomi solitamente possono solo peggiorare.

4. IL GATTO VOMITA O HA LA NAUSEA

SINTOMI > Il gatto ha la nausea e vomita? Non allarmarti: questo è il loro modo per disintossicarsi. Ma se noti che il gatto si sforza di vomitare e non riesce potrebbe esserci un problema.

RIMEDI > Porta il gatto dal veterinario se non riesce a vomitare o se lo fa per varie volte al giorno: potrebbe avere un’intossicazione, un’infezione o un ostruzione.

Il gatto ci segue ovunque: scopri perché
8 segnali per capire come sta il tuo gatto

5. ATTENZIONE ALLE FUSA

SINTOMI > Il gatto fa le fusa per varie ragioni, ma se sono particolarmente rumorose o miagola più del solito, emettendo dei veri e propri lamenti acuti.

RIMEDI > Controlla il corpo del gatto (cerca eventuali ferite, gonfiori e infiammazioni), misuragli la febbre e portalo dal veterinario per capire cosa c’è che non va.

6. CONTROLLARE L’ALITO DEL GATTO

SINTOMI > Controlla se l’alito del gatto puzza o ha un odore fruttato: questi sintomi sono campanelli di allarme che ti aiutano a capire se il gatto sta male.

RIMEDI > Se ti accorgi che ha l’alito cattivo, porta il gatto dal veterinario: potrebbe essere sintomo di problemi ai reni o ai denti. Un alito fruttato, invece, è spia di una malattia pericolosa per i gatti: il diabete.

7. OSSERVARE SE BEVE MOLTO

SINTOMI > Il gatto beve molto più del solito, perde l’appetito e non mangia da due giorni? Potrebbero essere sintomi di diverse malattie.

RIMEDI > Per capire se il gatto soffre di diabete, malattie dei reni o altre patologie va portato subito dal veterinario.

8. SE IL GATTO SI GRATTA MOLTO

SINTOMI > Il gatto si gratta continuamente: potrebbe avere un’infestazione di parassiti.

RIMEDI > Quando si tratta di pulci e altri parassiti, la miglior cura per il gatto è la prevenzione: fai un trattamento adeguato al micio ogni primavera.
Se il gatto ha preso le pulci, fai un trattamento antiparassitario completo per evitare che questi parassiti possano infestare la casa.

C.B.

Amoreaquattrozampe è stato selezionato dal nuovo servizio di Google News, se vuoi essere sempre aggiornato dalle nostre notizie SEGUICI QUI