Home Curiosita Ornitofobia: cos’è la paura degli uccelli, cause, sintomi, trattamenti

Ornitofobia: cos’è la paura degli uccelli, cause, sintomi, trattamenti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 13:19
CONDIVIDI

Tra le fobie per il mondo animale c’è anche la specifica paura per gli uccelli. Dai sintomi alle cure: tutto quello che c’è da sapere sull’ornitofobia.

Paura degli uccelli
Paura degli uccelli (Foto Adobe Stock)

Secondo l’Organizzazione mondiale della sanità il 10% della popolazione europea soffre di ornitofobia. Il termine deriva dal greco “ornithos” (uccello) e ”phobos” (paura) e lo stato di paura persistente e ingiustificata legata alla presenza di uccelli nei pressi della persona che ne soffre o di essere attaccati da questi animali.

Le risposte che cercavi sulla paura degli uccelli

ornitofobia
Ornitofobia: quanto ne sai? (Foto Adobe Stock)

Fra tutte le fobie per il mondo animale quella riguardante i volatili è più diffusa tra le donne e si manifesta già in tenera età. Non si tratta di una semplice paura, ma di un vero e proprio terrore anche solo alla vista di questi animali. Come per tutte le altre fobie, anche in questo caso le reazioni sono le medesime e possono manifestarsi contemporaneamente tutte oppure solo alcune:
– aumento della frequenza cardiaca (con possibili palpitazioni e/o tachicardia);
– aumento della frequenza respiratoria;
– eccessiva sudorazione;
tensione muscolare;
– mal di testa e mal di stomaco;
vertigini, nausea e vomito;
– molti fobici urlano o chiudono gli occhi ogni volta che c’è una scena con uccelli in televisione o al cinema.

I volatili sono molto diffusi in campagna e in città, per questo l’ornitofobia può influire negativamente nella vita delle persone che ne soffrono. Alcune persone non escono di casa proprio per la paura di incontrare gli uccelli, oppure non fanno viaggi, non ci concedono una giornata all’aperto, non guardano documentari alla tv, etc.

Tra le cause troviamo: uno o più episodi traumatici vissuti nell’infanzia legati agli uccelli; aver visto e vissuto la fobia in altre persone importanti (genitori, fratelli, zii, nonni, amici) e in ultimo, secondo alcuni scienziati, pare ci sia una componente ereditaria nelle fobie.

Per quanto riguarda i trattamenti il consiglio è quello di rivolgersi a un professionista (terapista) che oltre a trovare l’origine del problema potrà aiutarti con metodi specifici. La psicoterapia cognitiva comportamentale di breve o media durata ha l’obiettivo di modificare la percezione che il soggetto ha dei volatili attraverso la desensibilizzazione.

Tra i vip che soffrono di questa fobia ci sono il rapper Eminem, l’ex calciatore David Beckham e l’attrice Scarlett Johansson.

Potrebbe interessarti anche:

S.C.