Home Curiosita Perché ai gatti non piace bagnarsi: cosa è importante sapere

Perché ai gatti non piace bagnarsi: cosa è importante sapere

Perché ai gatti non piace bagnarsi? Come mai temono tanto l’acqua? Esistono dei validi motivi per i nostri amici pelosi. Scopriamoli, insieme, nell’articolo.

Perché ai gatti non piace bagnarsi
(Foto Unsplash)

I felini sono animali domestici straordinari, rispettosi e affettuosi con i loro gesti unici e particolari. Avere un micio per casa ci fa scoprire tante curiosità e verità sulla loro natura. Questi pelosi sono anche molto disciplinati e tengono alla loro igiene quotidiana, lavandosi ogni giorno in autonomia. Nonostante ciò, perché ai gatti non piace bagnarsi? Leggiamo tutto qui.

Perché ai gatti non piace bagnarsi?

Si tratta di una vera e propria fobia nei confronti dell’acqua. Per i mici è impossibile anche solo sfiorare l’acqua, Ma quali sono i motivi principali per cui i felini hanno questa reazione? Approfondiamo qui di seguito.

I felini e la paura dell'acqua
(Foto Pixabay)

Con il loro muoversi silenzioso e attento, tra le stanze della casa, i gatti scoprono, da curiosi, le abitudini del mondo umano.

Insieme al loro padrone, i felini imparano a conoscere una realtà nuova, differente da quella animale, fatta di regole e ritmi diversi, in dei contesti sociali a cui non sono abituati.

Ma come noi umani siamo molto legati a certi rituali sociali e, innanzitutto privati, anche i gatti hanno i loro e sono molto disciplinati in riferimento ad alcuni aspetti della loro vita.

Al primo posto c’è, sicuramente, l’attenzione per l’igiene. I gatti sono animali che tengono molto alla loro pulizia quotidiana, la quale viene effettuata in qualsiasi momento, in cui non vogliono essere neanche disturbati.

Allo stesso tempo, però, ai gatti non piace bagnarsi e temono molto il contatto con l’acqua. Forse, sono così infastiditi da questo elemento per via del manto, che diventa troppo pesante una volta bagnato. Ma non è l’unico motivo di questa avversione.

Una reazione nell’eredità genetica dei mici

Alcuni studi scientifici affermano che i mici si tengono lontani dall’acqua, in quanto elemento poco conosciuto.

Una reazione dovuta alle loro origini nel Medio Oriente, terra in cui l’acqua era poco presente.

Non tutte le razze feline si spaventano in presenza dell’acqua, però, forse ciò è dovuto ad una conoscenza evolutiva nel corso del tempo, grazie alla quale alcuni pelosi riescono ad avvicinarvisi.

Il manto bagnato crea disagio

Molto probabilmente, per un micio ritrovarsi con il mantello bagnato e pesante è motivo di forte disagio.

Se la pelliccia del felino si bagna, è difficile che si asciughi in poco tempo e ciò comporta difficoltà nei movimenti.

La lunga sensazione di umidità addosso fa sentire micio come in trappola, impedito nel seguire il suo istinto ed è già questo un motivo importante per cui non riesce ad apprezzare l’acqua.

Ci sono altri motivi validi per cui ai gatti non piace bagnarsi. Continuiamo la lettura dell’articolo, più avanti.

Potrebbe interessarti anche: Ai gatti piacciono i cuscini? Tutto ciò che dovresti sapere

I felini e la paura dell’acqua: altri motivi

Sono tanti e tutti validi i motivi per cui i gatti hanno paura dell’acqua. Alcuni sono legati all’origine della specie, altri dovuti ad una mancanza di libertà istintiva. Ma ci sono altre ragioni per cui il timore è così forte. Leggiamoli qui di seguito.

Micio e la pozzanghera
(Foto Pexels)

Come abbiamo visto, la storia stessa degli amici felini è segnata dalla paura verso l’acqua, avendo avuto poco a che fare con essa.

Oltre alla scarsa conoscenza con l’elemento essenziale della vita, i gatti non sopportano l’acqua (e l’idea di bagnarsi) per altri motivi.

L’odore dell’acqua, poi, è un problema per loro. In quanto dotati di un potente olfatto, i pelosi sanno riconoscere gli odori e distinguere l’acqua fresca e pulita da quella sporca e stantia, in cui non si immergerebbero mai, neanche una zampa.

Sono proprio gli odori i fattori necessari a questi animali per sopravvivere e conoscere la realtà che li circonda. L’acqua, infatti, può interferire (eliminare) con i feromoni che i mici rilasciano su di loro e sugli altri, fondamentali per comunicare nel mondo.

Perché ai gatti non piace bagnarsi: il controllo

Per i felini è indispensabile osservare il territorio ed avere il controllo della situazione che stanno vivendo, soprattutto se sono in continuo movimento.

Mantenere l’equilibrio poggiando le loro zampine sul suolo, quindi su una superficie solida è molto importante, in quanto permette loro di avere il giusto contatto con il contesto e prestare attenzione ad ogni minimo dettaglio e movimento intorno.

Anche se non è così per tutti i mici, il contatto con l’acqua o altri liquidi, li destabilizza e ciò comporta ansia e disagio. Sono questi i motivi per cui l’acqua è tanto temuta, ma forse possiamo comprenderli, in quanto loro amici.