Perché gli insetti sono attratti dalla luce? Risponde la scienza

Foto dell'autore

By Diana Cavalieri

Curiosita

Avrete notato anche voi che gli insetti sono attratti dalla luce, ma perché? Cerchiamo di rispondere con l’aiuto della scienza.

insetti attorno alla luce
Insetti attorno alla luce (Pexels-Amoreaquattrozampe.it)

Sicuramente vi sarete accorti di un aspetto molto importante degli insetti, di qualsiasi tipo di insetto. Loro volano costantemente attorno ad una fonte di luce quando fa buio. Spesso si approfitta di questo per liberarsi delle zanzare, ad esempio.

Ma perché gli insetti sono attratti dalla luce? Che cosa pensano e come mai è un aspetto che accomuna tutti quanti? In questa curiosità ci viene in aiuto la scienza che ci spiega esattamente come stanno le cose.

Si tratta di un esperimento recente che ha chiarito molte cose rispetto alle ipotesi e alle teorie che erano state fatte fino a questo momento. Cerchiamo di scoprire insieme tutti i dettagli qui di seguito nell’articolo.

Perché gli insetti sono attratti dalla luce? La scienza ha la risposta

Fino a poco tempo fa alcune ipotesi parlavano di confusione degli insetti alla vista della luce artificiale. Molti credevano che la scambiassero per quella della Luna, ad esempio. Ma ora ci sono nuovi elementi e nuovi studi.

farfalla al buio
Farfalla al buio (Pixabay-Amoreaquattrozampe.it)

Un’altra recente teoria diceva che gli insetti vedevano nella luce artificiale la luce che filtrava nella vegetazione e, quindi, la consideravano una via di fuga da inseguire. Tuttavia, secondo la rivista scientifica Focus, la spiegazione più convincente è arrivata solo ora da un team di scienziati.

Si tratta di Samuel Fabian e Yash Sondhi, biologi dell’Imperial College London e della Florida International University. Loro hanno filmato diversi insetti, come farfalle, falene e libellule, mentre giravano attorno a luci artificiali e poi le hanno filmate nel loro comportamento in natura. In particolare, nella foresta pluviale del Costa Rica.

Il comportamento era lo stesso. Gli insetti cercavano di dare il loro dorso alla luce, orbitarci attorno come satelliti o sorvolarla e poi prepararsi per volare a picco verso il suolo. Soltanto i fari che puntano verso l’alto e lasciano una scia orizzontale sono in grado di confonderli in modo molto evidente agli studiosi.

Le conclusioni dello studio

In base a questa osservazione, condotta in natura e in laboratorio, quindi, con elementi naturali e poi con elementi artificiali, gli scienziati sono giunti a delle conclusioni molto interessanti.

libellula
Libellula (Pixabay-Amoreaquattrozampe.it)

Secondo loro la spiegazione è la seguente: gli insetti che volano scambiano la luce artificiale con quella del Sole. Loro di giorno la usano come punto di riferimento per rivolgerle il dorso e per mantenere l’assetto del volo nelle loro manovre aeree.

La stessa cosa fanno di notte con la luce artificiale. È evidente, quindi, che per loro anche quella è luce del Sole. Questo modo di volare, come se fosse un continuo loop, fa parte della loro natura, del loro istinto, alla presenza della luce.

Si tratta di ipotesi e teorie che hanno convinto la comunità scientifica per la condotta dello studio e per le associazioni fatte. Si tratta di un argomento e di una scoperta molto interessanti in grado di aprire gli orizzonti verso la comprensione più dettagliata del mondo degli insetti.

Impostazioni privacy