Home Gatti Alimentazione Gatti Alimentazione del Korean Bobtail: cibo, dosi, frequenza dei pasti

Alimentazione del Korean Bobtail: cibo, dosi, frequenza dei pasti

Ecco come pianificare l’alimentazione perfetta per il nostro Korean Bobtail: scopriamo tutto su nutrienti essenziali, quantità e gusti felini.

Alimentazione Korean Bobtail
(Foto Adobe Stock)

Somministrare al nostro amico a quattro zampe cibi sani e bilanciati è fondamentale per assicurarci che il pelosetto sia sempre forte e in piena salute. Cosa sapere sull’alimentazione ideale del Koran Bobtail? Capiamo insieme come pianificarla al meglio.

Alimentazione del Korean Bobtail: dosi e frequenza dei pasti

Tra gli aspetti da considerare per individuare la perfetta alimentazione per il nostro Korean Bobtail c’è quello riguardante le quantità di pappa da somministrare al micio.

korean bobtail
(Foto Adobe Stock)

In linea di massima, la dose di cibo umido dovrebbe essere pari a 40 grammi per ogni kg di peso corporeo del micio.

Per individuare la quantità di crocchette, basterà dividere la cifra ottenuta per 3.

Il miglior consiglio, però, è quello di rivolgersi al veterinario. Il professionista valuterà le dosi di mangime ideali sulla base di una serie di parametri strettamente individuali, come età, stato di salute, peso e stile di vita del gatto.

Ogni quanto dare da mangiare al Korean Bobtail? Si può optare per due alternative. Nel primo caso, potremo nutrirlo due volte al giorno, preferibilmente al mattino e alla sera.

Nel secondo, invece, potremo dividere la sua razione giornaliera in piccoli spuntini, da somministrargli nell’arco della giornata.

Potrebbe interessarti anche: Alimentazione casalinga del gatto: vantaggi, svantaggi, tabelle e ricette

Cosa dare da mangiare al gatto

Quali cibi non possono mancare nell’alimentazione ideale del Korean Bobtail?

korean bobtail
(Foto Adobe Stock)

Trattandosi di animali carnivori, esattamente come tutti gli altri esemplari della loro stessa specie, è fondamentale che la dieta di questi pelosetti sia principalmente basata sull’apporto di carne e pesce.

Via libera a pollo, manzo, coniglio, salmone e tonno. Da questi alimenti, infatti, il gatto trae sostanze fondamentali per il suo benessere, che il suo organismo non è in grado di sintetizzare da sé.

In questo elenco rientrano nutrienti essenziali come niacina, tiamina e cobalamina, il cui corretto funzionamento è indispensabile per la salute dei sistemi nervoso e immunitario.

Potrebbe interessarti anche: Quanta acqua deve bere il gatto ogni giorno? Quantità e come regolarsi

Alimentazione casalinga o industriale per il Korean Bobtail?

Infine, non ci resta che rispondere a un’ultima domanda: meglio un’alimentazione casalinga o industriale per il Korean Bobtail?

korean bobtail
(Foto Adobe Stock)

In realtà, se ben pianificate si equivalgono. Il criterio di scelta, quindi, dovrebbe essere basato sulle nostre esigenze.

Non dobbiamo dimenticare, infatti, che con la dieta casalinga saremo noi a preparare i pasti per il nostro amico a quattro zampe, occupandoci di ogni fase, dall’acquisto degli ingredienti alla loro cottura.

Si tratta di una modalità di preparazione più lunga e impegnativa, ma che ci permette di selezionare materie prime di qualità per il nostro micio, oltre che seguire ogni fase di preparazione del cibo a lui destinato.

In ogni caso, è essenziale che l’alimentazione casalinga sia pianificata dal veterinario.

Il rischio, in caso contrario, è che una dieta sbilanciata possa causare deficit nutrizionali nel gatto.

Per scoprire quali sono le malattie comuni nel Korean Bobtail consulta questo articolo.

In alternativa, potremo somministrare al gatto dei mangimi già pronti, acquistandoli direttamente dagli scaffali del supermercato.

In questo caso, è fondamentale assicurarsi della bontà dei prodotti selezionati, prendendo visione della tabella nutrizionale riportata sul retro della confezione.