Home Gatti Alimentazione Gatti Il gatto può mangiare dolci? Cosa occorre sapere per il felino

Il gatto può mangiare dolci? Cosa occorre sapere per il felino

Il gatto può mangiare dolci? Una domanda che ci poniamo spesso su un argomento che può mandare in confusione il suo padrone. Vediamo di capire se i dolci possono essere offerti al felino o se sono pericolosi per la sua salute.

Il gatto può mangiare dolci
(Foto Pixabay)

Il nostro amico gatto è un animale difficile da soddisfare a tavola. Il suo essere onnivoro lo porta a voler sperimentare qualsiasi cibo gli capiti davanti. Il felino è anche dotato di un palato fine ed è molto attento al cibo che il suo padrone gli offre. Ma c’è un argomento che viene sempre tirato in ballo, per quanto riguarda l’alimentazione felina. Il gatto può mangiare dolci? Scopriamo, insieme, tutto ciò che c’è da sapere su questa categoria, se è adatta o no all’organismo del nostro animale.

Il felino e l’alimentazione: a cosa fare attenzione!

L’alimentazione per il gatto richiede molta attenzione, così come la presentazione del cibo. Il felino è un animale molto esigente, a cui piace desiderare anche con gli occhi il cibo che gli viene offerto. Vediamo, quindi, quali sono gli alimenti giusti per il nostro peloso.

Il gatto e il cibo dolce
(Foto Pixabay)

Un gatto addomesticato pretende un’alimentazione molto curata e sana. Non è facile scegliere i cibi giusti che piacciano anche al micio. Per natura, questo animale desidera che il cibo gli venga offerto bene e mai mischiato con l’acqua e mai serviti entrambi nella stessa ciotola. Se dovesse capitare, state certi che il gatto si rifiuterà di mangiare. Ma quali sono i cibi giusti per una dieta corretta ed equilibrata del felino? L’alimentazione ideale del gatto deve essere completa e prevede: carne rossa e bianca, verdure bollite, integrazioni di vitamine e minerali, che anche per lui sono essenziali.

Il gatto è prevalentemente carnivoro, predilige carni come pollo, coniglio, tacchino, cavallo e, ogni tanto, anche il fegato. Una cosa importante, riguardo l’assunzione della carne, è ricordare di scongelarla sempre molto prima che venga mangiata dall’animale e di cuocerla bene, per evitare che si sviluppino parassiti nel suo organismo. Le carni da evitare nella dieta felina sono, invece, il maiale e gli insaccati. Restando nella cucina casalinga per il proprio micio, si può offrire anche il pesce cotto, mentre è sconsigliato il tonno in scatola, poiché è ricco di grassi che possono causare problemi alla digestione del gatto.

Le verdure costituiscono le basi del benessere nel gatto. Per quanto l’animale sia restio, a volte, a nutrirsi dei vari ortaggi, ne esistono alcune che sono necessarie per la sua salute, fonte di fibre, vitamine e acqua, fondamentale per disintossicarlo dalle tossine e per idratarlo ogni giorno. Da offrire sempre bollite, verdure come carote, zucchine, piselli e fagiolini sono molto apprezzati dal felino. Altre verdure di cui è ghiotto e che possono essere offerte mischiate al pasto principale, sono quelle a foglia verde e gli asparagi. Le verdure sono molto utili anche per curare la stitichezza nel gatto.

Tra le verdure in natura, bisogna fare molta attenzione a cosa si sceglie. Cibi come patate, aglio e cipolla sono pericolosi e tossici per l’organismo del gatto. Integrare la dieta del felino con verdure e ortaggi freschi adatti a lui, ricchi di vitamina A e vitamina B12 nel gatto, che possono proteggerlo dall’insorgenza di malattie dovute all’alimentazione sbagliata nel gatto. Per il cibo secco o umido e i prodotti industriali, è sempre preferibile consultare il veterinario di fiducia per qualsiasi chiarimento. La frutta non va mai dimenticata: micio mangia di gusto fragole, mirtilli e mele, ma senza i semi.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto può mangiare gli avanzi del pranzo? Consigli per la sua salute

Il micio può mangiare dolci? Ecco cosa dobbiamo sapere

Dolci e gatto è un binomio che si sente spesso, ma qual è la verità sul loro rapporto? Siamo sicuri che il felino possa mangiare, ogni tanto, dolci e cibi ricchi di zucchero? Leggiamo di più nell’articolo.

I cibi dolci per il felino
(Foto Pexels)

Arrivano dei momenti particolari, nella convivenza con il nostro peloso, che ci portano a chiederci se il gatto può mangiare dolci insieme a noi. Le occasioni sono molte: il giorno in cui il micio è entrato nella nostra vita, la festa di un familiare, una ricorrenza speciale. Si tratta di situazioni di piacevole unione che si apprezzano ancora di più davanti a un buon dolce. Ma micio può partecipare insieme a noi? Può mangiare cibi zuccherini? Scopriamo, insieme, che effetto può avere nell’animale.

La prima cosa che dobbiamo sapere è che il gatto, in realtà, non ama il cibo dolce. Una curiosità del felino è che le sue papille gustative non percepiscono il sapore dolce, non sentono lo zucchero. In pratica, micio non sente il sapore dolce e non può mai apprezzarlo. Questo animale, purtroppo, resta completamente indifferente davanti alla dolcezza di un cibo. Un finto apprezzamento per il dolce riguarda i gattini che, presi dalla curiosità, mangiano spesso anche torte, gelati e frutta zuccherina. É il caso di sottolineare che si possono somministrare al gatto zuccheri e alcuni dolci ma sempre in piccole dosi.

I cibi dolci, in ogni caso, possono causare problemi anche gravi nel nostro animale, come obesità nel gatto, e provocare altri disturbi e patologie come il diabete nel gatto e intossicazione. Un alimento come il cioccolato può essere altamente dannoso per la sua salute e per la sua vita. Bisogna ricordare che parliamo di cibi non necessari per la sopravvivenza del felino e che è possibile, quindi, evitare. Soprattutto se teniamo conto del fatto che l’animale non può godere del loro sapore particolare. Togliendoci ogni dubbio su cibi deliziosi come torte e cioccolate, saremo anche più tranquilli della sua buona salute.

Ilaria G