Home Gatti Alimentazione Gatti Il gatto può mangiare la noce di cocco: cosa è importante sapere

Il gatto può mangiare la noce di cocco: cosa è importante sapere

Il gatto può mangiare la noce di cocco se lo desidera? Vediamo insieme se esistono vantaggi o danni da parte di questo frutto tropicale saporito per il caro felino domestico.

Il gatto può mangiare la noce di cocco
(Foto Pixabay)

L’affascinante amico peloso è sempre attratto da qualsiasi cibo ha di fronte. Il felino è molto attento all’aspetto e al gusto di ogni piatto che il suo padrone decide di offrirgli ed avendo un palato raffinato si rischia di vedersi rifiutare un piatto che non apprezza. La sua curiosità è forte anche sulla varietà di frutta che può comparire nella casa. Oggi, vediamo di capire se il gatto può mangiare la noce di cocco o se è meglio evitare.

Il gatto può mangiare la noce di cocco? Dipende

Si tratta di un frutto tropicale delizioso, fresco e ricco di vitamine e proprietà benefiche. Gli stessi benefici che ne ricaviamo noi valgono anche per il micio? Scopriamo, più avanti, se il nostro peloso può nutrirsene o se troppo pericoloso per la sua salute.

La noce di cocco per micio
(Foto Pexels)

L’alimentazione equilibrata e corretta è alla base del benessere del felino domestico. Non tutti i cibi che mettiamo sulla nostra tavola, infatti, possono essere offerti a lui e anche per quanto riguarda la frutta bisogna fare molta attenzione.

Il padrone di un micio deve essere costantemente attento alla sua salute, la quale dipende anche dal cibo che ingerisce ogni giorno. Ciò che non può mai mancare dal suo piatto è la proteina animale, fondamentale per le funzionalità del suo organismo e per le sue caratteristiche, ma anche la verdura e alcuni frutti sono importanti.

In questo periodo estivo, è varia la frutta a disposizione, e si sceglie spesso un frutto fresco e nutriente come il cocco. Se vi siete chiesti, in questo periodo caldo, se il gatto può mangiare la noce di cocco, la risposta è che non si tratta di un cibo dannoso per lui.

Quantità giuste e responsabilità per la salute del felino

La noce di cocco è particolarmente apprezzata dal felino, per il suo sapore gustoso e la sua freschezza, desiderata anche da loro quando fa molto caldo. Dobbiamo sapere, però, che il micio non può consumare quantità eccessive di questo frutto, poiché potrebbe provocare danni e disturbi intestinali nel gatto.

Il segreto per quanto riguarda il cocco, come per tutti gli alimenti, specialmente quelli particolari e di cui non si ciba tutti i giorni, è quello di nutrirsene con moderazione, per evitare conseguenze negative e problemi di salute.

Potrebbe interessarti anche: Frutta vietata al gatto: la lista degli alimenti da evitare

Micio e il cocco: quali sono i possibili effetti collaterali

Ci sono delle informazioni preziose da conoscere quando si vuole far provare un cibo nuovo al micio di casa. Un frutto come la noce di cocco, per quanto sia deliziosa per il suo palato esigente, va ben dosato per evitargli fastidiosi problemi o malattie. Vediamo meglio.

Gli alimenti per il felino
(Foto Unsplash)

Tra i gusti più amati dal felino c’è anche quello del cocco. Ciò che complica una normale nutrizione nell’animale è il fatto che non possiede un sistema digestivo come quello dell’essere umano.

Molti cibi, come la noce di cocco appunto, non riesce a tollerarli bene dopo averli mangiati. Di conseguenza, una volta ingerito il cocco, in forma di scaglie o olio che sia, in quantità eccessiva, micio può rischiare di stare male.

La noce di cocco può nuocere alla salute del peloso in quanto altamente ricco di grassi e zucchero, sostanze nemiche del suo benessere intestinale, da qui i disturbi che abbiamo citato sopra.

Una quantità esagerata e inadatta di noce di cocco al micio può alzare il livello del colesterolo e anche causargli alcuni sintomi tipici come diarrea e vomito nel gatto, febbre alta, difficoltà respiratorie, affaticamento e anche convulsioni nel gatto, oltre che gravi patologie, come pancreatite nel gatto, lipidosi epatica del gatto e la malattia del fegato grasso.

Il gatto mangia la noce di cocco come snack o premio

L’idea di offrire alcuni snack freddi per il gatto, magari nelle giornate più calde, è perfetta. Si può offrire un piccolo cucchiaio di olio di cocco o del cocco grattugiato, una quantità perfetta per soddisfarlo e renderlo felice, senza correre alcun rischio.

Nel caso in cui si dovessero notare uno o più sintomi tra quelli elencati, si consiglia di contattare immediatamente il proprio veterinario di fiducia o recarsi subito da lui per intervenire in suo aiuto.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Ilaria G