Home Gatti Alimentazione Gatti Il gatto può mangiare il cavolo riccio? Benefici e rischi di questo...

Il gatto può mangiare il cavolo riccio? Benefici e rischi di questo alimento

Ci sono molti alimenti che i felini possono e non possono aggiungere alla dieta. Vediamo se il gatto può mangiare il cavolo riccio.

gatto può mangiare cavolo riccio
(Foto Adobe Stock)

E’ risaputo che i felini sono animali molto curiosi, soprattutto quando si tratta di cibo. Infatti possiamo facilmente notare come il gatto, proprio come fa il cane, spesso elemosina il cibo.

I felini quando elemosinano il cibo possono essere davvero molto insistenti con i loro miagolii, quindi difficilmente un genitore umano rinuncia a non dare nulla al Micio.

Per questo motivo è opportuno sapere quali siano gli alimenti che un gatto può o non può mangiare. Vediamo insieme se il gatto può mangiare il cavolo riccio.

Il gatto può mangiare il cavolo riccio?

Il cavolo riccio o kale, è un alimento che possiamo trovare nei mesi freddi.

cavolo riccio
(Foto Pixabay)

Questa verdura è composta da foglie ricce e scure e presenta un aspetto simile al cavolo nero, per questo viene spesso confuso con quest’ultimo.

Il cavolo riccio è molto benefico per l’essere umano, ma lo è anche per i felini? Il gatto può mangiare il cavolo riccio? Sebbene gli esperti non siano d’accordo nel dare alimenti a base vegetale ai nostri amici pelosi, il cavolo riccio è uno degli alimenti che il gatto può mangiare senza problemi.

Tuttavia, dato che i felini sono carnivori obbligati, ossia la loro dieta si basa principalmente su proteine animali, è necessario che la verdura non sostituisca alcun alimento della dieta, ma che venga offerta al Micio solo in alcune occasioni come spuntino o premio.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto può mangiare i semi di zucca? Tutto ciò che c’è da sapere

Benefici e rischi del cavolo riccio per il gatto

Come evidenziato nel paragrafo precedente, il cavolo riccio può essere mangiato dal gatto senza alcun problema, facendo attenzione alle quantità.

Questo tipo di verdura può essere benefica per il nostro amico a quattro zampe, in quanto contiene i seguenti nutrienti:

  • Fibra: utile per alleviare i problemi gastrointestinali del gatto, come l’indigestione, la diarrea, la stitichezza o l’incontinenza intestinale. Inoltre dà una sensazione di pienezza al Micio;
  • Antiossidanti: il cavolo riccio è ricco di antiossidanti come vitamina C e beta-carotene, utili per ridurre i radicali liberi nell’organismo del felino. Riducendo in questo modo lo sviluppo di cancro, artrite e diabete nel gatto;
  • Vitamina K: utile per la coagulazione del sangue;
  • Vitamina A: ottima per il miglioramento della vista del Micio;
  • Calcio e potassio: utili per il miglioramento della salute delle ossa e delle cellule del gatto.

Inoltre il cavolo riccio è utile per abbassare il colesterolo e i livelli di zucchero nel sangue del nostro amico peloso.

La quantità di cavolo riccio da dare al gatto, è molto importante. In quanto se Micio assume grandi quantità di questa verdura, potrebbe presentare problemi intestinali, come:

Potrebbe interessarti anche: Il gatto può mangiare le zucchine? Benefici o rischi

Come dare il cavolo riccio al gatto

Se avete deciso di offrire, di tanto in tanto una piccola quantità di cavolo riccio al gatto è opportuno sapere come dare questa verdura al Micio.

gatto che mangia
(Foto Pinterest)

Gli esperti non consigliano di offrire cavolo riccio crudo al gatto, in quanto potrebbe presentare parassiti o pesticidi. Per questo motivo è consigliato dare questo tipo di verdura al gatto cotta.

Nello specifico, è possibile cucinare il cavolo riccio sia bollito sia a vapore. Inoltre è necessario non aggiungere alcun condimento, in quanto i condimenti fanno parte della categoria degli alimenti dannosi per il gatto.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Marianna Durante