Home Gatti Alimentazione Gatti Il gatto può mangiare il porro: cosa è importante sapere

Il gatto può mangiare il porro: cosa è importante sapere

Il gatto può mangiare il porro oppure si tratta di un cibo dannoso per il suo organismo? Scopriamo se esistono benefici o pericoli per la salute del caro felino.

Il gatto può mangiare il porro
(Foto Unsplash)

L’alimentazione del felino rientra tra quegli aspetti di cui occorre occuparsi al meglio nella quotidianità. Garantire al micio domestico tutti gli alimenti necessari alla sua crescita e che gli forniscano il benessere che merita è una sfida continua. Allo stesso tempo, si deve tenere sotto controllo il peloso, sempre tentato dai cibi mai assaggiati prima. Vediamo, ad esempio, se il gatto può mangiare il porro o se è pericoloso per la sua salute.

Il gatto può mangiare il porro: i possibili rischi

Parliamo di un cibo sempre presente nelle nostre cucine, ideale per preparare gustosi piatti sani e sfiziosi. Ma il caro micio può mangiare il porro con noi, mescolato nelle sue pietanze, o rischia di danneggiare il suo organismo. Approfondiamo qui di seguito.

Il porro per il felino
(Foto Pixabay)

Quando si parla di alimentazione del felino non si può non assumere un tono serio. La dieta quotidiana del micio è la base del suo benessere psicologico e fisico, e da essa deriva la sua serenità all’interno della famiglia.

Una buona salute del peloso si costruisce, giorno per giorno, sugli alimenti di qualità e su una cucina naturale, capaci di donargli tutta l’energia e la grinta che per lui sono indispensabili, dentro e fuori casa.

In cucina, però, micio è davvero curioso e non resiste al profumo di tanti alimenti che non conosce o che non si pensa di offrirgli, perché magari non adatti a lui.

Spesso ci si chiede se alcuni cibi possano essere adatti a lui, come il porro. Vediamo di rispondere subito.

Il porro è un cibo appartenente alla famiglia delle cipolle. Questo, insieme all’erba cipollina, allo scalogno e all’aglio, definiti agliacei, dovrebbero essere esclusi dalla sua alimentazione.

Se ti domandavi se il gatto può mangiare l’aglio, la risposta deve essere negativa.

Parliamo, infatti, di un cibo contenente una particolare sostanza emolitica in grado di danneggiare gravemente la salute del felino.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto può mangiare il purè di patate? Tutto ciò che c’è da sapere

Il micio e la curiosità del porro: le conseguenze dannose

Il felino è dotato di uno stomaco delicato, così come il cane. La sua alimentazione deve essere specifica e non si può rischiare di offrirgli qualsiasi cibo soltanto per la gioia di vederlo entusiasta. Vediamo meglio quali possono essere i pericoli se micio dovesse ingerire il porro.

Felino vuole mangiare il porro
(Foto Pexels)

Non tutti gli alimenti che si trovano in natura e che possiamo avere a disposizione possono essere somministrati ai nostri amici pelosi.

Spesso, la sua curiosità e golosità in cucina superano il limite e sta a noi accorgerci dei suoi silenziosi movimenti, monitorando i suoi gesti veloci e proteggendolo dai pericoli.

Se il micio dovesse ingerire accidentalmente il porro, infatti, può andare incontro a problemi fastidiosi molto gravi. Parliamo di disturbi quali crampi addominali e gas, oltre che anemia nel gatto e di emorragie.

Questo tipo di alimento, così come altri citati sopra, vanno evitati per la sicurezza del peloso e per non far sviluppare problematiche che possono persistere nel tempo e influenzare negativamente la sua vita.

Riguardo qualsiasi dubbio circa gli alimenti da inserire nella dieta del micio, si consiglia sempre di consultarsi con il veterinario di fiducia, per sapere quali sono i cibi più indicati in base alla razza, all’età e alle condizioni di salute del felino.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.