Home Curiosita Come arredare una stanza a misura di gatto: quando e come farlo...

Come arredare una stanza a misura di gatto: quando e come farlo VIDEO

Hai un gatto in casa e sei alla ricerca di consigli utili per arredare una stanza tutta per lui? Ecco tutto quello che ti occorre sapere.

Come arredare una stanza a misura di gatto (Foto Adobe Stock)
(Foto Adobe Stock)

Vorreste arredare una stanza per il vostro gatto ma allo stesso tempo pensate sia un’idea un po’ bislacca? Niente paura, non siete i primi e non sarete gli ultimi. E in alcuni casi, laddove sia possibile, è un accorgimento che può divenire indispensabile per mantenere l’armonia all’interno nel nucleo familiare. Ecco qualche consiglio utile

Perché arredare una stanza per il gatto

Il gatto è un animale libero, fiero ed indipendente, che conserva delle sue esigenze ben specifiche.


Il proprietario deve curarne il benessere psicofisico, e tra i vari adempimenti a suo carico rientra anche quello di fornire al felino un ambiente idoneo in cui vivere e nel quale possa sviluppare la sua personalità, secondo la sua natura.

Perché arredare una stanza per il gatto? Innanzitutto partiamo dall’assunto che si tratta di un progetto a cui possiamo pensare solo nell’ipotesi in cui abbiamo una camera in più, pronta per essere trasformata per le esigenze che sorgono; ed essendo il gatto un membro della famiglia, la stanza può essere pensata anche per i suoi bisogni.

Ma quando? Ad esempio laddove non abbiate uno spazio esterno messo in sicurezza in cui il gatto possa uscire ad esplorare e a giocare. Certo, il felino trascorre molte ore del giorno a dormire, a lavarsi, ed oltre ai minuti dedicati alla pappa residuano pochi momenti per il resto; nei quali normalmente il gatto sfoga la sua energia e soddisfa la sua curiosità.

Il gioco è fondamentale per il gatto; è una componente essenziale della sua vita, che lo forma e lo prepara da cucciolo per il futuro e lo accompagnerà per tutta la vita. Arredare una stanza appositamente per il gatto, in cui siano predisposti degli strumenti atti a sopperire la lacuna data dalla mancanza di uno spazio esterno idoneo, può essere indispensabile.

Anche una difficile convivenza tra il gatto ed altri componenti non umani della casa può essere un buon motivo per arredare una stanza tutta per lui. Il piccolo felino potrebbe avere paura del cane, ma anche di altri gatti presenti in casa, passando tutta la giornata a nascondersi, sviluppando facilmente stress ed ansia.

Predisporre un ambiente solo ed esclusivamente per lui può essere la soluzione ideale.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto soffre di solitudine? Perché e come evitarlo

Come fare: i consigli utili

Prima di arredare la stanza per il gatto, dovremo pensare prima di tutto allo scopo per il quale lo stiamo facendo.

Come dorme il gatto
(Foto Unsplash)

Se il felino vive male la convivenza con altri componenti non umani della casa, dovremo fare in modo che sia uno spazio soltanto suo, a cui possa accedere in maniera quasi esclusiva.

Se l’inquilino indesiderato è un cane, basterà mettere dei rifugi in alto, in cui il gatto possa salire e sentirsi in sicurezza, visto che Fido non potrà fare altrettanto; se invece si tratta di altri piccoli felini, meglio impedire a questi ultimi l’accesso nel locale (ovviamente nel frattempo è meglio adoperarsi per migliorare la convivenza tra i due o più gatti della casa).

Detto questo, a prescindere dallo scopo per cui avete deciso di destinare la stanza al gatto, è necessario arredarla con alcuni accessori che non possono mai mancare: le ciotole, rispettivamente per il cibo e per l’acqua, la lettiera, ed un comodo giaciglio in cui il gatto possa riposare.

Potrebbe interessarti anche: Come giocare con il gatto: ecco trucchi e consigli da mettere in pratica

Altrettanto fondamentale è che il gatto possa muoversi in verticale. Installate varie mensole ad altezza crescente sulle quattro pareti della camera, in modo tale che formino un percorso per gatti; abbiamo detto quanto sia importante l’altezza per il felino, tanto per giocare e muoversi assecondando i suoi istinti e la sua natura, quanto per sentirsi più sicuro installandosi in una posizione dominante.

Non dimenticate di installare un tiragraffi, con cui possa affilarsi le unghie e giocare allo stesso tempo; ovviamente, i giochi per gatto sono diversi, ed è auspicabile fornirgliene una buona varietà.

Molto importante è che il gatto abbia un piccolo spazio per uscire all’esterno, fosse anche una gabbia in sicurezza al di fuori della finestra della stanza; così sopperirete alla mancanza del giardino.

Ma non dimentichiamo la cosa più importante: nessuna stanza, per quanto ben arredata, sostituirà la nostra presenza. Non dimentichiamo mai, ogni giorno, di dedicare parte del nostro tempo a giocare e stare insieme al gatto, che è un membro della nostra famiglia.

Antonio Scaramozza