Home Gatti L’importanza del gioco nel gatto: ecco cosa gli insegna

L’importanza del gioco nel gatto: ecco cosa gli insegna

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:00
CONDIVIDI

Le attività ludiche sono importanti nel felino, in tutte le fasi della sua vita. Vediamo insieme qual è l’importanza del gioco per il gatto.

L importanza del gioco per il gatto
L’importanza del gioco per il gatto: in tutte le fasi della vita (Foto Adobe Stock)

Nella crescita di un felino, le attività ludiche sono una fase essenziale, in quanto non si tratta solo di un semplice divertimento ma anche di prendere coscienza del mondo esterno e di loro stessi. Infatti i gatti che giocano molto, sono più curiosi e più disposti a scoprire il mondo che li circonda, sviluppando così capacità psico-fisiche.

Vediamo insieme quanto è importante il gioco per il gatto e quali sono le attività ludiche che può svolgere il nostro amico a quattro zampe.

Potrebbe interessarti anche: Come rendere la solitudine del gatto un tempo di gioco e divertimento

L’importanza del gioco per il gatto

Oggetti pericolosi per il gatto
(Foto Adobe Stock)

Il gioco permette ai felini, non solo di manifestare i loro comportamenti naturali, come la caccia, ma permette loro anche di conoscere se stessi, le persone con cui convivono e tutto il mondo che li circonda. Infatti è proprio grazie al gioco che il felino comprende cosa può essere una minaccia e cosa no ed impara ad avere fiducia nelle persone. Inoltre le attività ludiche consentono al gatto di rilasciare le energie represse e di bruciare calorie.

Nel caso in cui non venga permesso al gatto di giocare, in quest’ultimo potrebbero sopraggiungere problematiche come:

Per quanto concerne i gatti domestici, quindi, è necessario che abbiano a disposizione, per le loro attività ludiche, tiragraffi, vari giocattoli e scale. Nel caso in cui mancassero queste cose il vostro micio sicuramente cercherà voi o i vostri mobili per affilare i suoi artigli o arrampicarsi.

Attraverso i giochi sospesi in aria, il felino può sviluppare la velocità fisica e la capacità visiva, inoltre può imparare quando è il momento di tirare fuori gli artigli e quando no, soprattutto se inizia a giocare da piccolo. Anche giocare alla lotta con i suoi simili è molto importante per un felino, in quanto in questo modo quest’ultimo stabilisce la gerarchia.

Il gioco per il gatto: quali attività organizzare

Insegnare al gatto a usare il tiragraffi
Insegnare al gatto a usare il tiragraffi (Foto Adobe Stock)

Come abbiamo detto fino ad ora, giocare è molto importante per la vita di un felino. Ma anche il modo di svolgere le attività ludiche ha una sua importanza. Infatti esistono vari giochi che potete fare con il vostro micio come:

  • Giochi di movimento: tiragraffi, sedie, tavoli fanno parte di tali giochi ed aiutano il micio a combattere lo stress e sono ottimi giochi di atletica e autocontrollo. Se il vostro gatto non sa usare il tiragraffi, questo articolo potrebbe aiutarvi insegnare il gatto ad usare il tiragraffi
  • Giochi di preda: topolini giocattolo o qualsiasi altro giocattolo che il gatto deve rincorrere. Questo tipo di gioco aiuta il micio a sviluppare capacità di predazione e autostima.
  • Giochi di esplorazione: buste di carta, vaschette d’acqua, foglie, cartoni, sono tutti oggetti utili per i giochi di esplorazione. Questi ultimi permettono al gatto di sviluppare fiducia in se stesso e di imparare a mantenere l’autocontrollo ed il controllo del territorio.
  • Giochi di memoria: giochi enigmatici che offrono un premio al gatto una volta risolto l’enigma. Giochi di questo tipo sviluppano nel micio la concentrazione, l’autocontrollo e la manualità.
  • Giochi di osservazione: per questo tipo di gioco avete bisogno semplicemente di mensole sparse per casa dove il vostro amato gatto possa posizionarsi per osservare tutte le faccende domestiche. Ciò sviluppa in lui il controllo del territorio e l’attenzione nelle cose.

Giocare con il proprio felino è molto importante in quanto lo aiuta nella crescita ma soprattutto può aiutare a rinforzare il legame tra di voi.

Marianna Durante