Home Gatti Collare elisabettiano fai da te per il gatto: la procedura da seguire

Collare elisabettiano fai da te per il gatto: la procedura da seguire

In situazioni di emergenza, se non si ha a disposizione un collare elisabettiano per il gatto, si può ricorrere al fai da te per costruirne uno. Ecco come fare.

Collare elisabettiano fai da te per il gatto
(Foto Adobe Stock)

Il fai da te è un hobby che unisce in un sol colpo l’utile ed il dilettevole: è una passione che consente allo stesso tempo di riciclare materiali datati e di risparmiare qualche soldino. Può essere utile altresì in situazioni di emergenza: in questo articolo scopriremo insieme come costruire un collare elisabettiano fai da te per il gatto.

Quando costruire un collare elisabettiano fai da te per il gatto

Il collare elisabettiano è un accessorio, a forma di imbuto, utilizzato nel campo della medicina veterinaria per impedire all’animale domestico di leccarsi compulsivamente una ferita, impedendone la rimarginazione, o di strapparsi i punti di sutura ad essa applicati.

collare elisabettiano gatto
(Foto Adobe Stock)

Lo strumento va messo attorno al collo dell’animale, e pertanto deve essere commisurato alle sue dimensioni. Come noto, il collare elisabettiano non è particolarmente amato dai nostri amici a quattro zampe. Può essere costituito in materiali diversi, e, come qualsiasi accessorio, può essere costruito con materiali di riciclo.

Il fai da te è un hobby sempre più diffuso, che consente di non sprecare materiali di vario tipo che ormai non ci occorrono più, gettandoli nella spazzatura; inoltre, il che non nuoce mai, rende più leggero il conto delle spese a fine mese. Ma quando optare per un collare elisabettiano per il gatto fai da te?

In situazioni ordinarie, è sempre bene affidarsi a prodotti comprati in negozi di animali: si tratta pur sempre di un accessorio che il nostro amico a quattro zampe dovrà indossare per ragioni di salute. Ci sono molti altri oggetti sul quale sarà più opportuno risparmiare e cimentarsi con il fai da te.

Tuttavia, in caso di emergenza, potrebbe essere necessario costruirne uno. In tal caso useremo il collare elisabettiano per il gatto fai da te solo momentaneamente; il tempo necessario per acquistarne uno presso un negozio specializzato.

Potrebbe interessarti anche: Trasportino fai da te per gatti: zaini e borse da riciclare per il nostro amico a quattro zampe

La procedura da seguire

Per costruire un collare elisabettiano per il gatto fai da te, dovremo prima di tutto scegliere il materiale da utilizzare. Di norma è bene servirsi di un cartoncino plastificato: si tratta di un materiale pieghevole, sufficientemente resistente ma anche non così duro, rendendolo sopportabile all’animale.

gatto collare
(Foto Pixabay)

Dopo di che dovremo procedere alla misurazione; difatti il collare dovrà adattarsi alle misure del nostro pelosetto. Allo scopo utilizzeremo un cartone od un semplice foglio di carta, più flessibili rispetto al cartoncino plastificato e quindi più facile da maneggiare in una misurazione.

Prima di tutto dovremo stabilire la lunghezza necessaria: a tal scopo misureremo la distanza che separa il collo del gatto dal suo muso, tracciando la relativa linea sul foglio di carta: a tale misura aggiungeremo qualche centimetro in più (ricordiamo che lo scopo è proprio quello di impedire che il felino si lecchi o si possa strappare i punti di sutura).

Potrebbe interessarti anche: Costruire un tiragraffi per gatti fai da te in modo semplice e veloce

L’altra misura da prendere è la circonferenza del collo (sempre aggiungendo qualche centimetro); anche in questo caso tracceremo la relativa linea sul foglio, individuando anche la seconda circonferenza (quella più grande), che parte dal muso dell’animale.

Chiuse le operazioni di misurazione, ritaglieremo il foglio di carta seguendo le linee tracciate. Il modello ottenuto su carta andrà posizionato sul cartoncino plastificato, che ritaglieremo allo stesso modo: ecco dunque pronto il “corpo” del collare.

Questo va foderato ai bordi con materiale morbido (da fissare preferibilmente mediante nastro adesivo) al fine di diminuire l’attrito dell’accessorio sulla pelle del gatto.

L’ultima operazione da svolgere è quella di praticare dei piccoli fori, poco distanti l’un dall’altro; attraverso essi infileremo uno spago, da allacciare una volta messo l’accessorio al collo del felino.

A questo punto il collare elisabettiano per il gatto fai da te è pronto. Troppo difficile? Nel caso possiamo ricorrere ad altre opzioni fai da te, come il maglioncino per gatti; pur sempre ricordando che la soluzione da preferire è quella degli strumenti messi a disposizione dalla medicina veterinaria.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

A. S.