Home Gatti Come insegnare al gatto il comando “fermo” o “resta”

Come insegnare al gatto il comando “fermo” o “resta”

Vuoi impedire al tuo Micio di fare qualche guaio in casa? Vediamo qui di seguito come insegnare al gatto il comando fermo o resta.

insegnare al gatto il comando fermo
(Foto Adobe Stock)

I felini sono animali molto curiosi, per questo motivo sono famosi nel mettersi nei guai. Chi convive con un gatto ne è a conoscenza, per questo vorrebbe addestrare il proprio Micio a stare fermo ed evitare che fugga magari da una porta aperta o che salga sul tavolo quando vi è del cibo.

Sebbene addestrare un felino potrebbe risultare complicato, non è di certo impossibile, basta avere pazienza e tempo. In questo articolo vi diremo come insegnare al gatto il comando fermo o resta.

Insegnare il comando fermo o resta al gatto: ecco come

Addestrare un felino non è facile quanto addestrare un cane, per questo motivo è necessario avere un rapporto di coerenza e pazienza con l’animale.

curiosità-gatto-ashera_optimized
(Foto Instagram)

Come ben sappiamo i gatti sono animali distaccati e si distraggono molto facilmente. A tal proposito sarebbe opportuno scegliere bene il luogo per l’addestramento: tranquillo, familiare e con poche distrazioni.

L’addestramento non serve solo ad insegnare al proprio animale domestico qualche comando, ma è un modo per legare di più con l’animale e soprattutto per divertirsi con quest’ultimo. Per questo motivo non bisogna mai costringere il proprio Micio ad effettuare sessioni di addestramento lunghe.

Il tempo ideale di una sessione di addestramento per un felino non supera i 10 minuti. Infine è consigliato effettuare l’allenamento durante il giorno quando il gatto è più tranquillo e nello specifico prima del pranzo, in quanto utilizzando il rinforzo positivo, il felino potrebbe essere più motivato dal cibo.

Per insegnare al nostro amico a quattro zampe il comando “fermo”, è opportuno che il felino conosca i comandi “seduto” e “sdraiato”. Detto ciò vediamo come addestrare il nostro gatto a stare fermo.

Potrebbe interessarti anche: Come insegnare al gatto a stare seduto: i vari passaggi

Insegnare al gatto a stare fermo con un clicker

Per insegnare il comando “fermo” al nostro amico peloso, abbiamo bisogno, oltre che della pazienza, di un clicker, un giocattolo e di un premio.

Micio osserva curioso
(Foto Pexels)

Quest’ultimo può essere un croccantino tanto amato dal felino o un biscotto fatto in casa per il nostro amico a quattro zampe. Preso l’occorrente, iniziamo l’addestramento:

  1. Far sedere o sdraiare il gatto;
  2. Quando il gatto sta in posizione, dare il comando “fermo“. Se Micio ascolta, premere il clicker e dargli il premio, in caso contrario terminare la sessione;
  3. Ripetere la sessione 3 volte e premiare il gatto ogni volta che esegue il comando;
  4. Mentre il gatto resta fermo in posizione, fare piccoli movimenti con il corpo per vedere se il Micio resta in posizione o si muove. Se il gatto mantiene la sua posizione premiatelo e lodatelo;
  5. Man mano che il nostro amico peloso ignora i piccoli movimenti, iniziare a fare qualche passo indietro. Se il Micio ci ignora e non si muove lodiamolo e premiamolo;
  6. Una volta che il felino ha imparato il comando “fermo”, distrarlo lanciando il suo giocattolo. Se il nostro amico peloso non si muove clicchiamo il clicker, premiamolo e lodiamolo.

Potrebbe interessarti anche: Come insegnare al gatto a girare: un addestramento davvero divertente

I gatti non sono tutti uguali, alcuni possono imparare velocemente altri no. Per questo motivo è molto importante avere pazienza, utilizzare il rinforzo positivo e continuare l’allenamento in modo divertente. Anche se potrebbero volerci settimane, il nostro amico a quattro zampe imparerà a stare fermo.

Marianna Durante