Home Gatti Differenza tra Ceylon e Birmano: come distinguere i due mici

Differenza tra Ceylon e Birmano: come distinguere i due mici

Se non sapete che razza scegliere tra Ceylon e Birmano, ecco un articolo per capire la differenza tra i due e trovare quello perfetto per voi.

Differenza Ceylon Birmano
(Foto Instagram)

Uno meno conosciuto, l’altro decisamente noto. A prescindere dalla popolarità, però, si tratta indubbiamente di due razze feline estremamente affascinanti. Andiamo alla scoperta di ciò che accomuna Ceylon e Birmano, per poi scovare la differenza tra i due.

Similarità tra le due razze

Prima di esplorare la differenza tra i due mici, elenchiamo tutte le caratteristiche in comune tra Ceylon e Birmano.

Gatto Birmano (Foto AdobeStock)
Esemplare di Birmano (Foto Adobe Stock)

In primo luogo, entrambi i mici provengono dall’Asia: il Ceylon, infatti, è originario dello Sri Lanka; il Birmano, invece, come si evince facilmente dal nome ha avuto origine in Birmania.

Dal punto di vista fisico, sebbene i gatti siano molto diversi e facilmente riconoscibili, entrambi sono di taglia media, con un peso compreso tra i 3 e i 6 kg.

Caratterialmente, si tratta di pelosetti molto affettuosi e amanti delle coccole.

Per questo, sono adatti alla convivenza con i più piccoli, a patto che si dimostrino rispettosi nei loro confronti.

Allo stesso modo, sia il Ceylon che il Birmano vanno d’accordo con altri quattro zampe, indipendentemente dal fatto che si tratti di cani o gatti.

Potrebbe interessarti anche: Differenza tra Ojos Azules e Birmano: come distinguere le due razze

Differenza tra Ceylon e Birmano

Infine, non ci resta che scoprire in cosa consiste la differenza tra Ceylon e Birmano.

Alimentazione ceylon
Esemplare di Ceylon (Foto Adobe Stock)

In primo luogo, i due pelosetti sono facilmente riconoscibili per via di specifiche caratteristiche fisiche.

La prima e più evidente? Il mantello che li avvolge. Nel caso del gatto della Birmania, infatti, la pelliccia è folta e lunga, dalla tipica mascherina che si presenta con una colorazione più scura sulle estremità del corpo, come orecchie, coda e zampe.

Il felino dello Sri Lanka, invece, è a pelo corto e sprovvisto di sottopelo. Questo, a differenza del Birmano, fa sì che il micio soffra le basse temperature.

Un’ulteriore differenza tra Ceylon e Birmano riguarda la tonalità delle iridi: nel primo caso, gli occhi possono essere verdi o gialli; nel secondo, l’unico colore ammesso dallo standard è il blu acquamarina.

Anche dal punto di vista caratteriale, non mancano elementi che permettono di distinguere le due razze.

Il peloso dello Sri Lanka, sebbene abbia un’indole tendenzialmente indipendente, soffre la solitudine in caso di prolungate assenze del suo umano di riferimento.

Potrebbe interessarti anche: Adottare un Birmano: carattere, stile di vita, proprietario ideale del Sacro di Birmania

Il Birmano, invece, risulta decisamente più autonomo. Attenzione, poi, al desiderio di esplorazione del Ceylon, che a differenza del micio della Birmania potrebbe spingerlo ad allontanarsi da casa.

In questo caso, è fondamentale che il quattro zampe abbia accesso ad eventuali zone esterne – come giardini, terrazzi e balconi – esclusivamente qualora siano stati recintati e posti in sicurezza.

Infine, un’ultima differenza riguarda la popolarità e la diffusione dei due mici.

Il Birmano è tra le razze più famose e apprezzate al mondo; il Ceylon, invece, non è solo poco conosciuto, ma anche scarsamente diffuso.

Basti pensare, infatti, che questi esemplari sono solo pochi individui e si trovano esclusivamente in Francia e in Italia.

Tra le due razze, hai una predilezione per il peloso dello Sri Lanka? Allora non perderti questo articolo con tutte le informazioni da conoscere prima di adottare un Ceylon.

In questo modo, potrai valutare scrupolosamente se il carattere e i bisogni del micio risultano compatibili con la tua personalità e il tuo stile di vita.