Home Gatti Fontanella per il gatto: cos’è, a cosa serve, perché usarla

Fontanella per il gatto: cos’è, a cosa serve, perché usarla

Stai pensando di regalare al tuo gatto una fontanella dalla quale bere? Questo accessorio ha molti vantaggi: scopriamo insieme quali sono.

Fontanella per gatti
(Foto Adobe Stock)

Non tutti i mici amano bere dalla ciotola. I motivi sono numerosi: il contenitore è scomodo, il felino non ama accovacciarsi e immergere le vibrisse in acqua e via dicendo. Questo, però, può rappresentare un grosso problema per la salute dell’animale, che a lungo andare potrebbe disidratarsi. Un’ottima soluzione per convincere il micio a bere? La fontanella per il gatto.

Fontanella per il gatto: cos’è e come funziona

La fontanella per il gatto è un abbeveratoio che eroga in continuazione acqua fresca e pulita.


Si sa, i mici preferiscono l’acqua corrente a quella della ciotola. Per questo, si tratta della soluzione ideale per tutti quei felini che amano bere direttamente dal rubinetto.

La fontanella, che può essere realizzata in svariati materiali, come plastica, metallo e ceramica, è collegata ad una pompa e ad un serbatoio. In questo modo, il ricambio di acqua è continuo.

Per fare in modo che il liquido sia sempre fresco e pulito, è presente un filtro che agisce esattamente come un depuratore, trattenendo residui di cibo, peli e calcare. A seconda dei diversi modelli, il filtro può essere:

  • A carbone attivo, in grado di eliminare particelle chimiche e cattivi odori;
  • A scambio ionico, funziona allo stesso modo dei depuratori di acqua per gli esseri umani. Si tratta della tipologia più indicata per prevenire problemi di salute, come i calcoli renali nel gatto;
  • Ultravioletto, una lampada a raggi ultravioletti che è in grado di purificare l’acqua dai microrganismi nocivi, ma non di normalizzare il PH e la mineralizzazione.

L’abbeveratoio può essere a batteria, oppure elettrico, e necessita quindi di essere collegato alla presa di corrente per funzionare. In termini di consumo, i costi per il suo funzionamento sono irrisori.

Inoltre, volendo potrai optare per una fontanella per il gatto dotata di sensore, che si attiva esclusivamente quando il micio è nei paraggi.

Potrebbe interessarti anche: Cuccia riscaldata per cane e gatto: come affrontare al meglio la stagione invernale

Quando sceglierla

L’acquisto di una fontanella per il gatto è indispensabile? Rispondiamo a questa domanda.

Gatto beve dal wc e da altri sanitari
(Foto Pixabay)

In realtà, dipende dal micio. Alcuni felini non hanno nessun problema a bere dai tradizionali abbeveratoi. In altri casi, invece, i gatti non ne vogliono proprio sapere di bere dalla ciotola.

Questo loro rifiuto può dipendere da una serie motivazioni, come acqua sporca, ciotola scomoda, punto in cui è posizionato il contenitore sgradito al micio. Se, però, il felino continua a rifiutarsi di bere, nonostante tu abbia rimediato a tutte le possibili cause, tentare l’acquisto della fontanella per il gatto potrebbe finalmente risolvere in maniera definitiva il problema.

Potrebbe interessarti anche: Maglioncino natalizio per gatti fai da te: un metodo semplice e veloce!

Laura Bellucci