Home Gatti Gatto offeso, quando succede e cosa fare in questi casi

Gatto offeso, quando succede e cosa fare in questi casi

CONDIVIDI

gatto offeso

I gatti sono famosi per essere indipendenti ed a volta anche scostanti. È la loro natura, e talvolta questo atteggiamento può ulteriormente essere accentuato a seguito di una nostra assenza prolungata. In tal caso Felix potrebbe mostrarsi più freddo e distaccato del solito, mostrando tutta una serie di comportamenti di totale indifferenza. A volte ad esempio potrebbe voltarci le spalle e non mangiare in nostra presenza ciò che gli offriamo. Si parla di vero e proprio ‘gatto offeso’ in queste situazioni. Questi animali il più delle volte sanno stabilire una grossa relazione di empatia con i loro padroni. Anche quando sembra che non importi loro niente di quanto accade attorno, in realtà non è così. I mici capiscono molto bene quale sia il nostro stato d’animo in un particolare momento. Nel tenere uno di questi splendidi animali in casa possono avvenire dei disguidi.

Ad esempio il nostro amato felino potrebbe aver combinato un guaio, rompendo un oggetto  o limandosi le unghie dove non avrebbe dovuto. In quelle situazioni sarebbe meglio non sgridarlo in maniera eccessiva, in quanto le nostre urla lo potrebbero disorientare. Se notiamo che invece andrà via ad orecchie abbassate è perché vorrà evitare delle complicazioni. In merito alla possibile situazione del ‘gatto offeso’, tutto ciò avviene per dei motivi ben precisi. Semplicemente il nostro micio si è annoiato, non ha trovato nessuno attorno a se delle persone che è abituato a vedere ogni giorno e comunque tutto ciò è da interpretare in maniera positiva. Significa che ha avvertito la nostra mancanza.

Gatto offeso, fa così perché si sente turbato

Ma questa condizione ne ha stravolto le abitudini, al punto da turbarlo. Probabile che temano che niente più torni come prima, dopo una simile variazione nella loro vita. Bisogna allora soltanto avere pazienza senza preoccuparsi. Se vi doveste trovare nella situazione di dover lasciare casa per qualche settimana, il consiglio è il seguente: non portate Felix da un amico o comunque in un altro ambiente, ma lasciatelo dov’è, con acqua e cibo a disposizione.

Almeno dal punto di vista ambientale non ci saranno variazioni ed il trauma sarà minimo. Se poi avete qualche persona fidata che ogni tanto lo andrà a controllare meglio ancora. Poi al vostro ritorno saranno sufficienti pochi giorni per far si che le cose tornino come era prima. Bisognerà solo aspettare che il nostro gatto offeso torni ad avere le sicurezze di prima. Il loro comportamento è un qualcosa in grado di sorprenderci sempre.

A.P.