Home Gatti Il gatto sbava se lo accarezzo: tutte le cause e come interpretarlo

Il gatto sbava se lo accarezzo: tutte le cause e come interpretarlo

Vi è capitato di notare una reazione strana nel micio quando lo tocchiamo dolcemente? Ecco perché il gatto sbava se lo accarezzo e come spiegarselo.

Il gatto sbava se lo accarezzo
(Foto AdobeStock)

Se micio sbava siamo portati spesso a pensare che possa avere problemi alla bocca o che magari abbia qualche disturbo intestinale che si presenta con la bava alla bocca. Ma in realtà se lo fa in un momento di intimità col suo padrone, potrebbe anche essere il suo modo di comunicarci qualcosa. Vediamo dunque perché un gatto sbava quando lo accarezzo e se c’è qualcosa di sbagliato nel nostro gesto.

Ipersalivazione nel gatto: tutte le cause

Il gatto non sbava soltanto quando sente la mano del padrone che lo accarezza, ma anche per cause ‘involontarie’ e che dipendono spesso dal suo stato di salute. Non sempre infatti la saliva o la bava sono elementi che indicano uno stato d’animo felice e piacevole nel felino, anzi spesso possono essere legati a patologie ed infezioni: vediamole tutte.

Muso del micio
(Foto Pixabay)

Problemi dentali e alla bocca: se il gatto inizia a sbavare in maniera sempre più costante ed abbondante è il caso di ‘andare’ all’origine, quindi alla bocca. Se abbiamo scarsa cura della sua igiene orale o non lo sottoponiamo a questo tipo di visita più specifica dal veterinario, potrebbe essere questo il problema.

Agitazione o nervosismo: se il micio sta vivendo una situazione particolarmente stressante o che lo fa sentire a disagio, è probabile che inizi a sbavare. Naturalmente, come sempre, bisogna guardare il gatto nell’insieme e capire se il suo corpo ci invia qualche altro segnale importante, come ad esempio una maggiore aggressività oppure la tendenza a voler stare da solo più del solito.

Problemi digestivi: è possibile che abbia mangiato troppo e che non sia riuscito a digerire tutta la pappa? Anche questo potrebbe essere una causa della sua ipersalivazione. Oppure può essere dovuto all’acquolina in bocca per un cibo che gli piace particolarmente e di cui va ghiotto.

Durante il sonno: capita anche a noi umani di ritrovarci col cuscino bagnato in direzione della bocca. Vale lo stesso anche per i gatti che, quando si rilassano, possono aprire la bocca e far fuoriuscire la bava.

Avvelenamento: in questo caso la bava è copiosa e improvvisa. Se sospettiamo che il micio possa essere entrato in contatto con qualche sostanza velenosa e presenta altri sintomi di avvelenamento, è necessario correre dal veterinario o al pronto soccorso animale più vicino.

Potrebbe interessarti ancheLa saliva del gatto: cosa contiene e perché può essere pericolosa

Il gatto sbava se lo accarezzo: come distinguere ‘questa’ bava

Ammesso che il gatto possa andare in estasi ed emozionarsi anche per il nostro tocco della mano sul suo corpo, è bene distinguere questo tipo di bava rispetto alle altre sopra elencate.

Gatto al buio
(Foto Pixabay)

Si tratta di piccole gocce in formato liquido e trasparente; non sono né appiccicose né hanno un cattivo odore. Solitamente questo tipo di salivazione, dovuta all’emozione, si presenta fin dall’infanzia del gattino: in pratica è il suo modo di reagire ad un evento piacevole. E’ un istinto naturale, che non deve destare alcuna preoccupazione

Il gatto sbava se lo accarezzo: perché lo fa

Abbiamo già detto che si tratta di istinto naturale, ma come funziona a livello fisico la ipersalivazione dovuta all’emozione? In pratica il meccanismo è lo stesso che, inconsciamente, attua il felino di fronte a qualcosa di piacevole, che sia un cibo particolarmente gustoso o un oggetto o il suo gioco preferito.

Il gatto sbava se lo accarezzo
(Foto AdobeStock)

E’ probabile che il micio ‘risponda’ alle tue carezze con alcuni atteggiamenti che ti dimostrano quanto il vostro gatto vi ama: potrebbe fare un tenero testa a testa con il suo umano, annusarci o comunque cercare il contatto fisico col suo umano.

Potrebbe interessarti ancheIl gatto sbava: tutte le cause possibili della ipersalivazione

Può fargli male?

Assolutamente no! Se si tratta del suo modo per esprimere le emozioni non è il caso di preoccuparsi né di pensare che ci sia qualcosa che lo fa stare male. E’ ovvio che, nel momento in cui notiamo che la saliva è abbondante e ha una consistenza appiccicosa e maleodorante, è il caso di pensare che micio abbia ingerito qualcosa che gli ha fatto male.

Non perdiamolo mai di vista, anche se spesso sfugge ai nostri occhi e lo ritroviamo nei luoghi dove il gatto tende a nascondersi, così potremmo intervenire tempestivamente nel caso in cui avesse ingoiato qualcosa o avesse problemi di salute.

Chiara Burriello, 19-12-2020