Home Gatti Lettiera puzzolente: come eliminare i cattivi odori dei bisogni del gatto

Lettiera puzzolente: come eliminare i cattivi odori dei bisogni del gatto

Come possiamo eliminare i cattivi odori dei bisognini del nostro gatto? Una serie di utili consigli per non avere più la lettiera puzzolente.

Lettiera puzzolente: come eliminare cattivi odori del gatto
(Foto AdobeStock)

Capita a tutti e non è sempre solo colpa dell’incuria dei padroni: in ogni caso avere una lettiera puzzolente in casa è un problema da risolvere. Infatti vi sono una serie di consigli da mettere in pratica per eliminare i cattivi odori rilasciati dalle feci e i vari bisogni del nostro micio nella sua lettiera: vediamo quali sono e proviamone subito l’efficacia!

Lettiera puzzolente: cosa causa i cattivi odori

Troppo facile pensare che siano solo le deiezioni del nostro micio ad emanare un odore poco gradevole, ma non è sempre solo questa la spiegazione: infatti la causa è spesso da cercare nella vaschetta che non è adeguatamente riempita o svuotata con regolarità.

Lettiera del gatto
(Foto AdobeStock)

Infatti è importante che Micio abbia abbastanza lettiera da poter scavare con le zampe, proprio come farebbe se fossero in aperta campagna. Solitamente si consiglia di non inserire una quantità inferiore ai 7 cm di altezza; attenzione a non commettere l’errore opposto: se ne mettessimo troppa potremmo ritrovarcela sparsa ovunque.

Lo stesso materiale da cui sono composte aiuta o meno a coprire alcuni odori: ad esempio quelle di argilla sembrano essere più ‘resistenti’ rispetto ad altre in carta o legno, che costano meno ma diventano spesso il luogo ideale per germi e batteri.

Lettiera puzzolente: come eliminare i cattivi odori

Ma se abbiamo sbagliato a mettere troppo poco materiale e non sopportiamo più quell’odore pestilenziale in casa, è bene correre ai ripari ma anche con un minimo di prevenzione.

Lettiera del gatto
(Foto AdobeStock)

Infatti è opportuno pulire la lettiera almeno due volte al giorno, in modo da eliminare quasi tempestivamente i residui di feci e urina del felino. Inoltre consideriamo che se non è pulito, il gatto la utilizzerà difficilmente una nuova volta.

Potrebbe interessarti anche: Scopri come insegnare al gatto ad usare la lettiera: come far abituare il micio

La lettiera stessa andrà cambiata almeno ogni due o tre settimane, mentre per detergere a fondo la cassetta basteranno acqua calda e sapone (anche per un eventuale coperchio è bene procedere allo stesso modo). E’ altresì importante che la vaschetta stessa sia integra e non graffiata, poiché questo renderebbe ancora più difficile pulirla bene e a fondo.

Potrebbe interessarti anche: Scopri perché il gatto scava nella lettiera: i motivi del comportamento

Insomma non crediamo a quelli che dicono che per avere un micio in casa bisogna imparare a convivere con certo odori: è una nostra responsabilità avere cura del gatto e di tutti i suoi accessori!