Home Gatti Nuovo gatto in casa: come introdurre micio in famiglia

Nuovo gatto in casa: come introdurre micio in famiglia

ULTIMO AGGIORNAMENTO 17:41
CONDIVIDI

Introdurre nel modo giusto un nuovo gatto in casa è importante per determinate un buon rapporto tra quest’ultimo e la sua nuova famiglia.

nuovo gatto in casa
(Foto Adobe Stock)

Adottare un gatto, indipendentemente dalla presenza o meno di altri animali domestici in casa, è una decisione abbastanza seria e importante. Il modo di introduzione del nuovo micio in casa determina il rapporto futuro di quest’ultimo con i componenti della famiglia.

Per questo motivo l’arrivo del nuovo gatto va pianificato e l’introduzione di quest’ultimo va seguito passo passo, in modo tale che il piccolo micio possa interagire con l’ambiente che lo circonda e con eventuali altri gatti o animali domestici senza turbamenti o stress.

Adottare un cucciolo di gatto e adottare un gatto adulto?

Lussazione della rotula nel gatto
(Foto Adobe Stock)

E’ importante sapere che i gatti nei primi tre mesi della loro vita iniziano a svilupparsi sia fisicamente che caratterialmente. Questa fase è necessaria per la loro crescita anche neurologica e sociale.

In questa fase infatti il piccolo micio, grazie al rapporto con la sua mamma e con i suoi fratelli, impara la comunicazione felina, importante per il gatto in età adulta per socializzare con gli altri animali. Inoltre grazie alla socializzazione con la propria famiglia felina, il micio può imparare a: giocare, pulirsi e ad avere un autocontrollo. Per questo motivo non è consigliato adottare un gatto che non abbia almeno 3 mesi di vita.

Un gattino ha bisogno di molte attenzioni e nel corso della sua crescita può subire cambiamenti comportamentali. Tutto ciò non avverrà qualora decidiate di adottare un gatto adulto. Quest’ultimo presenterà già una sua personalità che difficilmente cambierà con il passare del tempo. Ci vorrà però un po’ di tempo e pazienza per introdurlo nella vostra famiglia.

Potrebbe interessarti anche: Adottare un gatto randagio: cosa chiedersi prima di portarlo a casa

Come introdurre un nuovo gatto?

Come affrontare la morte del proprio gatto
(Foto Adobe Stock)

La prima cosa da fare quando si porta a casa un nuovo gatto, è offrire a quest’ultimo una stanza tutta sua dove possa sentirsi al sicuro, e che sia dotata delle seguenti cose: lettiera, cuccia, tiragraffi, ciotola del cibo e dell’acqua.

Nel caso in cui il gatto adottato sia adulto, è necessario tenere le finestre della sua stanza chiuse, per evitare che il micio scappi perché non si trova a suo agio. Inoltre se il gatto proviene da un’altra abitazione o da un rifugio, è importante conservare un oggetto che presenti il suo odore, come una coperta o un giocattolo, in modo tale che il micio possa avere qualcosa di familiare nella sua nuova casa.

Dopodiché è necessario che il nuovo felino conosca i membri della famiglia in una sola stanza, per evitare che il micio si stressi. Poi gradualmente con il passare dei giorni, potete far esplorare, stanza per stanza, l’intera casa al nuovo arrivato.

Nel frattempo i componenti della famiglia possono interagire con lui senza toccarlo, ma giocando e offrendogli del cibo. E’ naturale che il micio possa essere spaventato inizialmente e nascondersi per paura, basta solo avere pazienza e dargli tempo per fidarsi di voi e della sua nuova famiglia. A tal proposito potrebbe interessarvi l’articolo seguente: Il gatto si fida di me: come capirlo e come costruire un rapporto col micio

Se in casa ci sono altri animali?

Come trattare i morsi del cane sul gatto
(Foto Adobe Stock)

L’introduzione del nuovo gatto, nel caso in cui in casa ci fossero altri animali domestici avviene diversamente. In primis è necessario che il micio inizialmente non abbia incontri con gli altri animali. Dopodiché prima di farli incontrare, dovete eseguire uno scambio di odori. Fate annusare al nuovo gatto una coperta o un qualsiasi oggetto che sia impregnato dell’odore dell’altro animale domestico e viceversa.

Dopo almeno una settimana potete fare incontrare i due esemplari, tenendoli separati con una rete o un pannello, per evitare eventuali litigi. Infine prima di far avvicinare i due animali è necessario introdurre nell’ambiente tutto ciò che può essere utile per evitare scontri.

Per esempio se in casa è presente già un gatto, è necessario che sia il vecchio che il nuovo felino abbiano a disposizione, ciotole, cucce, tiragraffi e lettiere personali. Se invece l’animale domestico già presente in casa è un cane, è importante offrire al nuovo gatto dei rifugi in alto, cosicché il micio possa raggiungerli per sentirsi al sicuro quando si sente ”minacciato”.

Marianna Durante