Home Gatti Prendere il gatto per la collottola: sì o no? La parola agli...

Prendere il gatto per la collottola: sì o no? La parola agli esperti

ULTIMO AGGIORNAMENTO 14:38
CONDIVIDI

In alcuni casi è necessario afferrare il nostro micio, magari per dargli una medicina. Si può prendere il gatto per la collottola? Scopriamolo insieme.

Prendere il gatto per la collottola (Foto Adobe Stock)
Prendere il gatto per la collottola (Foto Adobe Stock)

Prendere il gatto e portarselo in braccio è sempre un piacere per il proprietario del micio, sempre che l’animale sia… d’accordo. Ma a volte può sorgere una vera e propria necessità di farlo, come ad esempio quando dobbiamo dargli una medicina. Come fare? E’ consigliato prendere il gatto per la collottola o è meglio evitare e ricorrere ad un altro metodo? Ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Potrebbe interessarti anche: Presentare un gattino ai gatti adulti: 5 consigli per farlo al meglio

Un comportamento naturale

mamma gatto porta ospedale
Mamma gatto trasporta il gattino tenendolo per la collottola (Foto Reddit)

Come sappiamo, è proprio mamma gatto ad afferrare i gattini per la collottola, quando sono ancora piccoli e non ancora in grado di muoversi autonomamente. Mamma gatto sposta continuamente i suoi cuccioli, e così non le resta che afferrare i gattini per la collottola.

Ovviamente la mamma sa qual è la giusta misura della forza da impiegare per non far male ai piccoli. Un’immagine romantica e naturale allo stesso tempo. Ma noi umani possiamo replicare questo comportamento, ovviamente con un gatto adulto? Scopriamo insieme la risposta.

Prendere il gattino per la collottola: sì o no?

Il gatto non cresce
Gattino che gioca con una piantina (Foto Pixabay)

 

Come detto, a volte ci può capitare di dover prendere un gatto adulto, ma in realtà può accadere anche con il gattino. Come fare? Una delle tecniche insegnate è proprio quello di afferrare il micio dalla collottola, perché è il punto dove l’animale ha più pelle e non prova dolore. Ma non è proprio così.

Anzi, proprio perché non abbiamo la stessa sensibilità e conoscenza del corpo felino di mamma gatto, prendere un gattino per la collottola è sconsigliato. Molto più semplice prenderlo delicatamente tra le proprie braccia, in modo anche da farlo sentire più sicuro.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto ti vede come mamma gatta: ecco perché

E se è un gatto adulto?

Gatto sulle scale (Foto Adobe Stock)
Gatto sulle scale (Foto Adobe Stock)

Se il gatto è adulto, la situazione può essere decisamente più complicata. Come sappiamo, ogni gatto ha una personalità e un carattere ben definiti, e potrebbe non essere particolarmente d’accordo con l’idea di essere preso per la collottola. Anzi, spaventandosi potrebbe reagire d’impulso e graffiarti.

Come fare?

Diventare il miglior amico del gatto
Due gatti in braccio al loro proprietario (Foto Pixabay)

Se non per la collottola, come? Anche per il gatto adulto è preferibile prenderlo in braccio. Certo, occorre la giusta tecnica. Non sorgono particolari problemi se il tuo gatto si fa prendere in braccio abitualmente; se invece al contrario non è entusiasta è bene adottare qualche accorgimento.

Prima di tutto dovrai tranquillizzare il gatto. Non prima di averlo fatto con te stesso. Spesso siamo proprio noi a far percepire al gatto la nostra ansia, quindi dovremo essere molto sereni e calmi nell’approcciarci. Dopo di che gioca con il gatto, fagli le coccole per qualche minuto, fagli capire che è tutto normale come sempre.

Quando vedrai il gatto rilassato, potrai provare a prenderlo in braccio. Non forzargli la… zampa. Se non vuole riprova in un altro momento. Non la vedrà come una costrizione e starà meno sulle sue nei tentativi successivi. Se invece vedi che il micio è a suo agio puoi provare subito.

Con una mano prendilo per le zampe anteriori, con l’altra tienilo per il posteriore; trova la posizione più comoda per il gatto, anche poggiandolo contro il tuo petto.

Antonio Scaramozza