Home Gatti Salute dei Gatti Ameloblastoma nel gatto: cause e sintomi del tumore alla bocca del Micio

Ameloblastoma nel gatto: cause e sintomi del tumore alla bocca del Micio

Anche i nostri amici pelosi possono contrarre dei tumori alla bocca. Vediamo quali sono i sintomi dell’ameloblastoma nel gatto.

Ameloblastoma nel gatto
(Foto Pixabay)

Adottare un gatto, non significa solo nutrirlo o coccolarlo, ma significa anche fare di tutto affinché l’animale possa avere una buona salute.

Per questo motivo è opportuno saper riconoscere i sintomi di alcune patologie, come per esempio l’ameloblastoma, un tumore che può colpire la bocca del gatto. Vediamo insieme a cosa fare attenzione.

Ameloblastoma nel gatto: cause e sintomi

Sebbene l’ameloblastoma sia rara nei felini, questi ultimi possono comunque contrarla, soprattutto se sono anziani.

come aprire bocca al gatto
(Foto Adobe Stock)

L’ameloblastoma è un tumore che colpisce la bocca di Micio, nello specifico i denti del nostro amico a quattro zampe, interessa infatti qualsiasi struttura del dente dell’arcata dentale.

Tale tumore è principalmente benigno, tuttavia non si esclude un’eventuale forma maligna. Non vi è una causa precisa di tale patologia infatti è stata classificata come malattia idiopatica.

Sebbene non vi siano sintomi specifici che possono far intendere la presenza dell’ameloblastoma nel nostro amico a quattro zampe, è possibile notare una massa liscia e solida nello spazio della gengiva di Micio. Nel caso in cui il vostro amico peloso presenti tale massa, è opportuno contattare un veterinario.

Potrebbe interessarti anche: Malattie da accumulo lisosomiale nel gatto: cause, sintomi e cura

Ameloblastoma nel gatto: diagnosi e trattamento

Per diagnosticare l’ameloblastoma nel gatto, il veterinario dovrà ricevere informazioni generali sulla salute del vostro amico a quattro zampe.

esame bocca del gatto
(Foto AdobeStock)

Dopodiché lo specialista effettuerà un esame fisico al Micio, per evidenziare la presenza della massa nella zona gengivale di quest’ultimo. Inoltre il veterinario effettuerà anche i seguenti esami:

  • Analisi del sangue
  • Emocromo completo
  • Analisi delle urine
  • Raggi X al cranio e TAC

Questi ultimi saranno effettuati per evidenziare fino a che punto la neoplasia sia penetrata all’interno della struttura ossea del Micio. Infine lo specialista potrebbe effettuare una biopsia per determinare se il tumore è benigno o maligno.

Potrebbe interessarti anche: Albinismo nel gatto: i tratti caratteristici, le malattie a cui espone il felino

A seconda della gravità della situazione, il trattamento potrà basarsi su una radioterapia o un intervento chirurgico. Quest’ultimo consiste nel rimuovere tutta la massa tumorale, inoltre verrà rimosso anche la parte del tessuto normale intorno alla massa, per essere sicuri di eliminare l’intero tumore.