Home Gatti Salute dei Gatti Come salvare un gatto che soffoca: la manovra di Heimlich

Come salvare un gatto che soffoca: la manovra di Heimlich

ULTIMO AGGIORNAMENTO 10:57
CONDIVIDI

Anche gli animali corrono il rischio di ingerire un oggetto che ne ostruisca la respirazione: ecco come salvare un gatto che soffoca.

Come salvare un gatto che soffoca (Foto Adobe Stock)
Come salvare un gatto che soffoca (Foto Adobe Stock)

Il soffocamento è un rischio piuttosto raro nel gatto, essendo il felino un animale estremamente cauto quando si parla di alimentazione e in generale verso ciò che non conosce; ma questo non vuol dire che non possa accadere. In questi casi è fondamentale saper intervenire tempestivamente: ecco come salvare un gatto che soffoca e qual è la tecnica da eseguire.

Potrebbe interessarti anche: Perché il gatto ha il respiro affannoso: le cause e il trattamento

Imparare a riconoscere il soffocamento del gatto

Il gatto vomita boli di pelo
Imparare a riconoscere il gatto che soffoca è il primo passo di un corretto intervento. In alcuni casi potrebbe trattarsi di altro, come nell’esempio in foto: un gatto che vomita boli di pelo (Foto Adobe Stock)

Immaginate per un attimo che il vostro gatto stia soffocando: la prima reazione della maggior parte delle persone sarebbe quella di paura e ansia. Certamente non sarebbe lo stato migliore per intervenire tempestivamente ed adeguatamente.

Mantenere la calma e lo stato di lucidità è necessario: prima di tutto per capire se ci troviamo di fronte ad un reale caso di soffocamento del gatto e se ha bisogno di cure. Soprattutto chi è alle prime armi e non ha esperienza potrebbe essere tratto in inganno.

È assolutamente normale che il gatto vomiti i boli di pelo che non riesce ad espellere per via intestinale: ma ad un occhio meno esperto potrebbe sembrare il segnale inequivocabile di soffocamento nel gatto.

Il rischio ha una maggiore probabilità di verificarsi proprio durante i pasti, quando al gatto può capitare di ingerire una porzione di cibo più grande; altro momento in cui può verificarsi è durante il gioco.

Il gatto potrebbe afferrare un oggetto ed ingurgitarlo per sbaglio. Si tratta di eventualità piuttosto rare ma che comunque possono venire a verificarsi.

Come salvare il gatto che soffoca

gatto
Nell’ipotesi di soffocamento è fondamentale la tempestività dell’intervento (Foto Adobe Stock)

Se il gatto soffoca dovrai intervenire tempestivamente per salvarlo. Come abbiamo detto, la prima cosa è mantenere la calma e la lucidità per agire nel migliore dei modi; ma sarà altrettanto necessario tranquillizzare il gatto.

Il motivo è molto semplice: potrebbe essere proprio l’animale il principale ostacolo alle tue operazioni di intervento. Sentendo mancare l’aria, il gatto sarà impaurito e potrebbe mostrare aggressività, mordendo e graffiando.

Se non sai come calmare il gatto o non riesci, sarà opportuno farti aiutare da un’altra persona. Se il soffocamento è dovuto ad una causa esterna (un filo arrotolato attorno al collo ad esempio) sarà sufficiente la rimozione del corpo esterno che ostruisce la respirazione.

L’operazione sarà più difficoltosa invece laddove  l’oggetto che ostruisce la respirazione del gatto sia all’interno del suo corpo. Apri la bocca dell’animale: se vedi l’oggetto incastrato prova a rimuoverlo, facendo attenzione a non farlo scivolare in profondità.

Usa un paio di pinzette, il gatto potrebbe avere il riflesso di morderti, facendoti male e rischiando di aggravare la sua situazione.

Potrebbe interessarti anche: Cosa fare se il cane soffoca: le manovre efficaci anti-soffocamento per Fido

La manovra di Heimlich per salvare il gatto che soffoca

Manovra Heimlich
La manovra di Heimlich, tecnica escogitata per salvare la persona che soffoca, può essere usata anche per il gatto (Foto Adobe Stock)

Se non dovessi riuscire ad estrarre l’oggetto servendoti di un paio di pinzette perché troppo in profondità o perché incastrato, dovrai fare ricorso alla manovra di Heimlich, tecnica di salvataggio per il soffocamento delle persone, e che può essere utilizzata anche per i nostri amici animali.

La tecnica consiste nell’adagiare la schiena del gatto perpendicolare al nostro petto, tenendo con le mani all’altezza dell’ultima costola. Più precisamente una mano dovrà essere posizionata a forma di pugno, che sarà cinto dall’altra mano.

Così posizionati, con la mano chiusa a pugno, vanno eseguite cinque spinte addominali verso l’alto. Controllate se l’oggetto è espulso o è in una posizione in cui potete afferrarlo con le pinzette. Se non hai riscontro positivo, dovrai battere cinque colpi sulla scapola del gatto; dopo di che dovrai ricontrollare l’oggetto all’interno della bocca.

Ricorda che le cinque spinte addominali e le cinque pressioni sulla scapola vanno alternate, fino all’espulsione definitiva dell’oggetto. La manovra sarà più difficoltosa nel caso in cui il gatto sia cosciente, per questo è molto importante avere un aiuto.

Se non sai eseguire la manovra recati immediatamente dal tuo veterinario di fiducia o in una clinica di pronto soccorso. La tempestività del primo soccorso all’animale è fondamentale per salvare il tuo gatto che soffoca.

La visita dal veterinario è consigliabile in ogni caso, anche nell’ipotesi in cui tu sia riuscito ad eseguire la manovra di Heimlich: il rischio è che il gatto possa aver subito dei danni alle costole.

Antonio Scaramozza