Home Gatti Salute dei Gatti Crema solare per il gatto: serve davvero? Come proteggere il micio dal...

Crema solare per il gatto: serve davvero? Come proteggere il micio dal sole

Anche il gatto ha bisogno della crema solare? Scopriamo insieme come e perché proteggere il felino dall’azione nociva dei raggi UV.

Crema solare gatto
(Foto Canva)

Contrariamente a quanto possiamo pensare, anche i nostri amici a quattro zampe corrono dei rischi a causa dell’esposizione solare. Per questo, è fondamentali proteggerli dai raggi ultravioletti. Bisogna applicare la crema solare sulla cute del gatto? Ecco quando e come farlo.

Tutti i rischi dei raggi UV per i gatti

Nonostante siano avvolti da un foto mantello, anche per i nostri amati felini l’esposizione al sole risulta decisamente rischiosa.

I colori del pelo del gatto
(Foto Pixabay)

Infatti, i raggi ultravioletti risultano dannosi per la cute dei mici al pari di quanto lo sono per la pelle umana.

In particolare, tra i principali pericoli che il gatto corre ci sono:

  • Comparsa di disturbi oculari;
  • Insorgenza di dermatite;
  • Comparsa di eritemi, scottature e ustioni;
  • Tumore della pelle, anche noto come carcinoma squamocellulare felino.

A risultare a rischio, in particolare, sono alcune razze feline i cui esemplari risultano completamente sprovvisti di pelo o ricoperti da un mantello rado e di lunghezza ridotta, come:

  • Sphynx;
  • Donskoy;
  • Selkirk Rex;
  • Gatto Bambino.

Inoltre, non dobbiamo dimenticare che anche il colore del mantello, esattamente come l’incarnato umano, può rappresentare un fattore di rischio.

Ad essere particolarmente sensibili all’azione nociva dei raggi UV sono soprattutto i mici bianchi, che rischiano di essere colpiti dal carcinoma squamoso soprattutto in parti del corpo come orecchie, naso e cavo orale.

Potrebbe interessarti anche: Tumore della pelle del gatto: causa, sintomi e trattamento

Come proteggere le orecchie del gatto dal sole?

Come abbiamo visto, le orecchie risultano tra le zone più esposte al rischio di ustioni, scottature e malattie causate dal sole.

Gatto in casa
(Foto Pixabay)

Per proteggere questa e altre parti del corpo dai raggi UV, in primo luogo è essenziale assicurarsi che il micio non trascorra all’esterno le ore più calde della giornata.

Inoltre, si raccomanda di applicare la crema solare al gatto, e di assicurarsi che – nel caso in cui abbia accesso al giardino – ci sia un luogo all’ombra, dal quale trovare riparo dal sole.

Potrebbe interessarti anche: Ustioni e scottature nel gatto: riconoscerle, prevenirle e curarle

Crema solare per il gatto: quando e come applicarla

Come abbiamo visto, è necessario applicare a crema solare a tutti quei mici che trascorrono all’esterno alcune ore della giornata, fermo restando che nei periodi più caldi e assolati dell’anno dovrebbero rimanere in casa in una fascia oraria compresa tra le 11 e le 16.

protezione solare gatto
Gatto al sole: quando usare la protezione solare? (Foto Adobe Stock)

Dove distribuire la lozione? In primis, sui punti più a rischio di scottatura, poiché non protetti dal pelo: naso, orecchie, gengive, ma anche inguine e pancia.

Si consiglia di spalmare la protezione giornalmente, poiché il micio tenderà a rimuoverla durante le sue frequenti sessioni di pulizia.

Possiamo usare la crema solare destinata all’uso umano per il gatto? La risposta è assolutamente no: questa tipologia di prodotti potrebbe avere effetti tossici sull’organismo del felino.

Quindi, è opportuno scegliere una lozione appositamente realizzata per il micio, priva di coloranti e conservanti, che potrebbero provocare conseguenze indesiderate, come irritazioni e reazioni allergiche.