Home Gatti Razze di gatti Gatto Donskoy: carattere, prezzo, salute, cura, alimentazione, cuccioli

Gatto Donskoy: carattere, prezzo, salute, cura, alimentazione, cuccioli

Scheda completa sul gatto Donskoy: da storia a curiosità, ecco tutto quello che c’è da sapere su questa razza di gatto senza pelo.

gatto donskoy
(Foto Adobe Stock)

Occhi a mandorla, corpo privo di pelo e tenere rughette: grazie al suo aspetto davvero unico e inconfondibile, il gatto Donskoy non passa certo inosservato. Per tutti coloro che sono affascinati da questo felino e vogliono saperne di più sulla razza, ecco tutte le informazioni da conoscere sul micio nudo proveniente dalla Russia.

Informazioni generali sulla razza

Signori e signore, ecco a voi il gatto Donskoy: iniziamo le presentazioni con una panoramica generale su questo meraviglioso felino.

Donskoy Sphynx
(Foto Adobe Stock)
  • Soprannome: gatto nudo, Don Sphynx russo
  • Origine: Russia
  • Vita media: 12- 15 anni
  • Dimensioni: medie
  • Peso: 2-5 kg
  • Anallergico: sì
  • Tendenza a fuggire: no
  • Tendenza ad ingrassare: sì
  • Tendenza a miagolare: no
  • Tendenza a soffrire la solitudine: no
  • Clima: caldo-temperato, tende a soffrire le basse temperature
  • Compatibile con bambini: sì
  • Compatibile con altri animali: sì

Quanto costa un gatto Donskoy

Stai pensando di accogliere un gatto Donskoy nella tua vita e nel tuo cuore, e vuoi sapere qual è il prezzo di un esemplare di questa razza?

Si tratta di un quattro zampe davvero pregiato e costoso. Infatti, a seconda dell’allevamento cui ci si rivolge, del sesso e dell’età del micio, il suo prezzo varia tra i 1200 e i 1800 euro.

Per quanto riguarda le spese di mantenimento, la cifra si assesta intorno ai 40 euro al mese.

Habitat e stile di vita ideale

Vista l’assenza di mantello, il gatto Donskoy soffre particolarmente il freddo. Per questo, è fondamentale tenderlo in casa e munirsi di cappottini e maglioncini con cui proteggerlo durante la stagione invernale.

Allo stesso modo, la sua cute risulta particolarmente esposta ai raggi solari. Quindi, è opportuno avvalersi di protezioni ai raggi ultravioletti come creme e lozioni specifiche.

Per soddisfare i bisogni etologici di questo micio, è fondamentale allestire un ambiente stimolante, completo di accessori come tiragraffi, percorsi, mensole rialzate e giocattoli.

Gli esemplari di questa razza risultano indipendenti, ma molto impegnativi poiché richiedono cure e attenzioni particolari. Per questo, la loro adozione è sconsigliata a chi trascorre molto tempo fuori casa e alle persone anziane.

Origini e storia della razza

Da dove viene il gatto Donskoy e quali tappe hanno caratterizzato la storia di questa razza? Scopriamolo insieme.

donskoy
(Foto Adobe Stock)

Nel 1987, una donna di nome Elena Kovaleva salvò dalle strade di Rostov una micia in condizioni davvero terribili.

La gatta, di nome Varvara, era totalmente sprovvista di mantello. Anche le sue cucciolate, frutto di incrocio con razze diverse, erano composte da gattini senza pelo.

La sua proprietaria, dunque, si rivolse all’allevatrice russa Irina Nemikina, che scoprì che il particolare aspetto di Varvara e della sua discendenza era causato da una mutazione genetica dominante. Da qui ebbe origine l’allevamento del gatto Donskoy.

Aspetto e caratteristiche fisiche

Il gatto Donskoy non passa certo inosservato grazie alle sue peculiarità fisiche: ecco tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

donskoy
(Foto Adobe Stock)

Corpo

Questo micio di taglia media ha un peso compreso tra i 2 e i 5 kg, per una lunghezza massima di 30 cm.

La corporatura degli esemplari di questa razza è muscolosa e robusta.

Testa

La testa del gatto Donskoy è di forma cuneiforme e allungata. Le sopracciglia prominenti incorniciano grandi occhi a mandorla, la cui tonalità varia tra verde, giallo oro e blu acquamarina.

Le orecchie sono ampie alla base e arrotondate sulla punta.

Manto

Sebbene a un primo sguardo questo micio appaia del tutto sprovvisto di mantello, è possibile distinguere tra quattro diversi gradi di nudità del micio.

Alla variante Rubber bald appartengono i gatti completamente nudi sin dalla nascita. I Fock, invece, sono ricoperti da una leggerissima peluria che tende a diradarsi progressivamente.

Il Donskoy Velour è un gatto che alla nascita presenta un sottile strato di pelo lanoso che scompare entro il primo anno di vita.

Infine, il Brush è l’unica variante che conserva un mantello molto rado anche in età adulta.

Queste diverse tipologie sono accomunate dal fatto che in inverno il loro corpo si ricopre di una peluria che è destinata a scomparire con l’arrivo della bella stagione.

Zampe

Le zampe del gatto Donskoy sono lunghe, muscolose e ben proporzionate rispetto al resto del corpo.

Carattere del gatto Donskoy

Non c’è dubbio: il gatto Donskoy colpisce per il suo aspetto davvero inconfondibile. Altrettanto magnetico e affascinante, però, è il carattere di questo micio.

gatto nudo
(Foto Adobe Stock)

Infatti, si tratta di un quattro zampe estremamente affettuoso e devoto nei confronti della sua famiglia umana.

Complice la sua predisposizione a soffrire le basse temperature, questo felino ama accoccolarsi sul corpo del suo proprietario e dormire al suo fianco.

Intelligente, perspicacie e amichevole con gli estranei, questo micio non disegna affatto i momenti di gioco e divertimento, in cui fa sfoggio del suo lato scalmanato e simpatico.

Compatibilità con bambini e altri animali

Grazie alla sua indole equilibrata e paziente, il gatto Donskoy è un perfetto compagno di coccole e di avventure per i più piccoli.

Allo stesso modo, si rivela estremamente socievole e ben disposto nei confronti di altri animali, indipendentemente dal fatto che si tratti di esemplari della sua stessa specie o di cani.

Salute e cura del gatto Donskoy

La durata media della vita di questi esemplari è compresa tra 12 e 15 anni.

gatto nudo
(Foto Adobe Stock)

Fatta eccezione per una maggior incidenza di patologie respiratore, non si segnala una particolare predisposizione all’insorgenza di malattie comuni nel gatto Donskoy.

Naturalmente, questo quattro zampe può contrarre qualsiasi disturbo o patologia che colpisce tutti gli altri membri della sua stessa specie, come:

  • Sovrappeso e obesità;
  • Disturbi cutanei;
  • Infestazioni parassitarie;
  • Infezioni.

Come prendersi cura del gatto Donskoy? Vista l’assenza di pelo, la sua cute tende a sporcarsi con facilità, oltre che a secernere quantità di sebo e sudore.

Per questo è fondamentale lavare periodicamente il micio con prodotti appositamente formulati per la sua igiene.

Alimentazione ideale

Qual è l’alimentazione ideale del gatto Donskoy, da somministrargli per far sì che la sua vita sia lunga e serena?

micio nudo
(Foto Adobe Stock)

Prima di tutto, occorre sottolineare che gli esemplari di questa razza hanno un appetito maggiore rispetto ad altri mici, per via dell’assenza di pelo.

Essendo sprovvisti di mantello, infatti, questi felini disperdono calore ed energia, che hanno bisogno di recuperare attraverso un piano alimentare equilibrato e completo.

Come tutti gli altri membri della sua stessa specie, il gatto Donskoy è un carnivoro obbligato. Per questo, nella sua alimentazione ideale rientrano carne, da somministrargli con maggior frequenza, e pesce, che dovrebbe assumere meno frequentemente.

I cibi ideali per questo micio? Pollo, tacchino e manzo, ma anche sgombro, salmone e tonno.

Riproduzione e cuccioli

Desideri far accoppiare il tuo gatto Donskoy? Scopriamo insieme tutto quello che c’è da sapere su riproduzione e cuccioli di questa razza.

micio nudo
(Foto Adobe Stock)

Il periodo di gestazione di questi mici è compreso tra i 63 e i 68 giorni, al termine dei quali vengono alla luce circa 2-4 gattini.

Alla nascita tutti i cuccioli sono ricoperti da una sottile peluria, che tende a scomparire nel corso del tempo.

Il gatto Donskoy raggiunge le dimensioni definitive tra i 9 e i 12 mesi.

Nomi per il tuo gatto Donskoy

Hai deciso di adottare un gatto Donskoy? Un primo e importante passo consiste nello scegliere il nome da dare al tuo nuovo amico a quattro zampe.

Donskoy
(Foto Adobe Stock)

Come scegliere? Segui queste semplici e utili linea guida. In primo luogo, prediligi nomi corti e composti da sillabe simili, che possano agevolare il micio nella memorizzazione.

Secondo poi, punta tutto su una caratteristica peculiare del tuo gatto, che lo renda davvero unico e speciale ai tuoi occhi.

Sei alla ricerca di spunti e idee? Consulta questo articolo per trovare oltre 6500 nomi di gatto femmina e maschio. Tra gli appellativi più gettonati per il gatto Donskoy ci sono:

  • Femmine: Iris e Sveva;
  • Maschi: Felix e Condor.

Curiosità sul gatto Donskoy

Infine, chiudiamo la nostra scheda completa con una carrellata di curiosità sul gatto Dosnkoy.

micio nudo
(Foto Adobe Stock)
  • Il gatto Donskoy è anche soprannominato Don Shpynx. Tuttavia, si tratta di un esemplare ben diverso dallo Shpynx canadese. Ciò che differenzia le due razze non è solo la loro provenienza, ma anche la tipologia di gene che causa l’assenza di pelo nei mici. Nel caso del felino russo, infatti, è dominante, mentre per il gatto canadese è recessivo;
  • Non solo Donskoy e Don Sphynx: le razze di gatti senza mantello sono numerose. Tra queste rientrano il Peterbald, il Kohana e il Levkoy ucraino;
  • Se adeguatamente addestrato, questo micio gioca volentieri al riporto: basta lanciargli qualche oggetto e divertirsi a vederlo riportare verso di noi come un qualsiasi cagnolino.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci