Home Gatti Salute dei Gatti Malattie del Donskoy: patologie più comuni in questa razza felina

Malattie del Donskoy: patologie più comuni in questa razza felina

Le malattie del Donskoy, le principali patologie che possono colpire questa razza di gatto. Scopriamo quali possono essere.

Donskoy
(Foto AdobeStock)

Nell’articolo di oggi andremo a scoprire, in particolare, quali le malattie del Donskoy, una razza di gatto nata piuttosto recentemente.

Tuttavia, nonostante la recente nascita, si è potuto riscontrare che si tratta di un gatto soggetto a malattie, in particolare a disturbi respiratori.

Proprio perché trattandosi di un gatto “nudo” è più esposto alle alte e basse temperature rispetto ai normali gatti con il mantello.

Malattie del Donskoy

Il Donskoy nonostante il suo aspetto che lo fa sembrare scarno, è un gatto solido e robusto ma non per questo immune a determinate malattie. Scopriamo quali queste patologie.

donskoy
(Foto AdobeStock)

Il Donskoy se tenuto ben curato e con un buon regime alimentare è un gatto che può avere una durata di vita media di circa 15 anni.

Si tratta di una razza piuttosto attiva, anche se trascorre il suo tempo maggiormente in casa a causa della sua pelle delicata.

Pelle che tra l’altro richiede cure particolari scarsa esposizione al sole. Tuttavia le malattie che più colpiscono il Donskoy riguardano l’apparato respiratorio. Esse sono:

  • infezioni: le infezioni che possono colpire il Donskoy possono essere divise in due tipologie: quelle causate da virus e quelle causate da batteri ma per le quali i sintomi sono più o meno simili. Il gatto manifesta un brutto raffreddore, accompagnato da tosse, respiro affannoso, ma prima di tutto ha il naso che cola. Sottovalutare un semplice raffreddore può diventare pericoloso per il gatto se non viene curato. Questo perché da una infezione dell’apparato respiratorio può nascere qualcosa di grave come la polmonite. Malattia per la quale il veterinario dovrà per forza intervenire con la somministrazione di antibiotici e spesso anche inalazioni di farmaci specifici volte a liberare le vie respiratorie;
  • asma e allergie: quando nel gatto si manifesta una tossa o un raffreddore molto intenso e diventa incessante per poi passare a cronico, è facile che l’animale possa soffrire di asma o allergia a qualche prodotto. Una vera e propria infiammazione dei bronchi che ne altera il funzionamento e non deve essere presa alla leggera. Nel caso delle allergie i sintomi relativi ai problemi respiratori si manifestano solo in determinati periodi dell’anno. In questo caso occorrerà effettuare test allergici per poter stabilire di quale allergia specifica il nostro Donskoy soffra. Nella maggior parte dei casi si tratta di allergia ai pollini o agli acari della polvere;
  • polimiopatia ipokalemica episodica familiare: si manifesta con debolezza muscolare scheletrica. È una malattia genetica recessiva caratterizzata da episodi di bassi livelli sierici di potassio e alta CPK (creatina fosfato chinasi, un enzima che indica il danno muscolare). Si trasmette ogni volta che i gatti malati si riproducono, perciò per garantire la salute ai gattini è necessario non farli accoppiare. Anche perché non si tratta di una malattia curabile.

Potrebbe interessarti anche:Differenza tra Sphynx e Donskoy: come riconoscere gli esemplari delle due razze

Malattie comuni dei gatti

Come per tutti i gatti, anche per il Donskoy, c’è la possibilità che si possa ammalare delle seguenti patologie:

  • Obesità e diabete: il Donskoy ha bisogno di consumare giornalmente pasti a base di proteine animali, che più di qualunque altra sostanza riesce a trasformare in energia e ridurre al minimo la quantità di carboidrati presenti nella sua dieta. Inoltre necessita di esercizio fisico giornaliero, diversi giochi, tiragraffi e mensole alte dove arrampicarsi, essendo un abile saltatore. Tutto questo lo terrà lontano da sovrappeso e obesità;
  • Allergie: possono essere di varie origini. Per poter intuire che il gatto è un soggetto allergico basta osservarlo. Se l’animale tende a grattarsi fino a graffiarsi, talvolta anche sino a ferirsi, è facile che l’animale soffra di qualche allergia della pelle;
  • Ascesso: è un’infezione che possiamo osservare sulle zampe, dietro la coda o sul muso dell’animale. Si verifica quando ci sono delle profonde ferite sul corpo del gatto;
  • Congiuntivite: si tratta dell’infiammazione delle mucose dell’occhio del gatto;
  • FIV: la sindrome detta Immunodeficienza felina (FIV) è una malattia infettiva causata da un retrovirus;
  • Micosi: è una malattia causata da funghi, che possono provocare arrossamenti, croste ed altri sintomi che inducono il gatto a grattarsi di continuo, con il rischio di diffondere l’infezione in altre parti del corpo;
  • Otite: è l’infiammazione dell’epitelio che ricopre il condotto uditivo del padiglione auricolare. Può essere esterna, interna o attaccare l’orecchio medio. Si verifica soprattutto nei gatti con le difese immunitarie basse;
  • Rogna: è causata da un acaro di cui esistono diverse specie e sottospecie. Questi acari causano gravi infezioni della pelle nei gatti, generalmente a partire dal viso e dalle orecchie e si diffondono nel resto del corpo e sono altamente contagiosi;
  • Toxoplasmosi: è una malattia infettiva, parassitaria, causata dal parassita Toxoplasma gondii, che trova nel felino il suo ospite finale dove riprodursi.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Raffaella Lauretta