Home Gatti Salute dei Gatti La cura del Donskoy: tutto ciò che riguarda la toelettatura e l’igiene

La cura del Donskoy: tutto ciò che riguarda la toelettatura e l’igiene

La cura del Donskoy e tutto ciò che riguarda i segreti di bellezza di questa razza, dall’igiene alla toelettatura quotidiana.

donskoy
(Foto AdobeStock)

Alla base di una vita longeva e sana di ogni animale c’è la cura che noi abbiamo di loro e il tipo di alimentazione che gli offriamo quotidianamente.

Come ben sappiamo ogni razza ha necessità diverse, sia per quanto riguarda il cibo sia per quanto riguarda la cura del corpo.

Perciò se si sceglie di adottare un gatto di razza Donskoy è fondamentale imparare a conoscere in che modo avere cura del Donskoyc, dall’igiene alla toelettatura.

Cura del Donskoy: toelettatura e igiene

Il Donskoy è un gatto affascinante e inconfondibile per il suo aspetto, grazie alla pelle rugosa e simile a quella del camoscio.

donskoy
(Foto AdobeStock)

I gatti, in generale, sono animali molto puliti, trascorrono tantissime ore a curare la propria igiene, con l’aiuto della loro lingua ruvida, tipica dei felini.

Questa abitudine consente loro di coprire il proprio odore, quello del cibo o l’odore del loro padrone.

Non sempre però questa operazione riesce in autonomia, infatti ogni gatto necessita dell’aiuto del suo padrone per poter effettuare una pulizia più adeguata.

In questo articolo andremo a descrivere le cure necessarie per una razza specifica di gatto, ovvero della razza di gatto Donskoy.  

Si tratta di un gatto dal leggero strato di peli che appare nei periodi freddi e scompare con l’arrivo dell’estate. La pelle molto elastica e le rughe marcate, specialmente su guance, pappagorgia e sotto il mento.

Si trovano anche alla base del collo e della coda, sul davanti e sul fondo delle zampe, sui lati del corpo verso il basso e l’inguine, e nella zona del petto.

Proprio per questa sua caratteristica, occorre sapere che il Donskoy può stare all’aria aperta ma bisogna stare attenti, in quanto oltre a sudare, rischia di abbronzarsi o bruciarsi se viene esposto troppo tempo al sole.

Il Donskoy non ha bisogno di essere spazzolato è opportuno solo fare attenzione ai parassiti e provvedere al bagno in modo più frequente, a causa dell’eccesso di grasso che fuoriesce dai pori.

È inoltre importante che i prodotti utilizzare per la toelettatura siano adatti alla sua pelle delicata, come shampoo e soprattutto balsamo prettamente per gatti senza pelo.

È sempre bene abituare il micio fin da piccolo, poiché il Donskoy non rientra nelle razze di gatti che amano l’acqua.

Gli esperti consigliano di utilizzare sempre acqua tiepida, evitare che il prodotto entri a contatto con occhi, orecchie e genitali.

Terminando, poi, il bagno con una corretta asciugatura senza tralasciare zone umide sul corpo del gatto e soprattutto senza strofinare danneggiando la pelle delicata del Donskoy.

Inoltre, non bisogna sottovalutare i benefici di un’alimentazione corretta che potrà consigliarvi il veterinario, poiché di solito questa razza necessita di più calorie rispetto alle altre razze per mantenere la temperatura corporea ottimale.

Se vuoi sapere di più sulle malattie del Donskoy, in questo articolo troverai un approfondimento completo.

Potrebbe interessarti anche: Differenza tra Sphynx e Donskoy: come riconoscere gli esemplari delle due razze

Igiene e pulizia del Donskoy

È molto importante non trascurare nessuna parte del corpo del gatto, poiché la cura del Donskoy comprende anche occhi, orecchie e unghie.

donskoy
(Foto AdobeStock)

Per poter prendersi cura del gatto Donskoy è necessario l’utilizzo di alcuni accessori e prodotti adeguati alla pelle di questa razza, con i quali sarà possibile provvedere a:

  • occhi del gatto: la pulizia degli occhi del Donskoy è di grande aiuto nella prevenzione delle tanto fastidiose infezioni come le congiuntiviti e le blefariti nel gatto;
  • orecchie: le orecchie del Donskoy essendo pendenti, vanno pulite e controllate periodicamente per evitare l’accumulo di secrezioni e lo sviluppare infezioni e disturbi cutanei;
  • unghie: accorciare le unghie al gatto per prevenire dolori e infezioni provocati dalla crescita delle stesse verso l’interno, rivolgendosi ad uno specialista o al veterinario;
  • bocca: l’igiene orale è fondamentale ed utile ad evitare malattie del cavo orale. Questa può avvenire grazie all’uso di creme igienizzanti e comodi spazzolini, facilmente reperibili nei negozi specializzati.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Raffaella Lauretta