Home Gatti Salute dei Gatti Cura dell’American Wirehair: igiene e toelettatura della razza

Cura dell’American Wirehair: igiene e toelettatura della razza

Come prendersi cura dell’American Wirehair? Vediamo come occuparci al meglio della bellezza e della salute di questa razza felina.

cura american wirehair
(Foto Adobe Stock)

L’Americano a pelo ruvido è un micio dall’aspetto davvero peculiare. Proprio per via delle sue caratteristiche uniche, però, ha delle esigenze specifiche in fatto di igiene e pulizia. Prendersi cura dell’American Wirehair fa sì non solo che il gatto appaia sempre magnetico e irresistibile, ma anche sereno e in piena salute: ecco cosa fare.

Cura del pelo dell’American Wirehair

La cura dell’American Wirehair passa inevitabilmente per la pulizia del suo mantello.

americano a pelo ruvido
(Foto Adobe Stock)

Il pelo di questo micio è la principale caratteristica che lo rende così speciale e facilmente riconoscibile. Infatti, il manto degli esemplari di tale razza ha una consistenza ispida e ruvida, e talvolta appare arricciato.

A cosa deve l’American Wirehair un mantello tanto peculiare? Si tratta di una mutazione genetica dominante del tutto naturale. Vista la delicatezza del suo pelo, è assolutamente sconsigliato spazzolare questo micio con eccessiva frequenza.

Il rischio, infatti, è quello di stressare il suo manto, danneggiandolo, spezzando i peli, ma anche causando l’insorgenza di lesioni cutanee.

La dieta ha un ruolo principale nella salute del mantello dell’Americano a pelo ruvido. Infatti, è importante garantire a questo micio dei pasti sani, nutrienti e bilanciati, affinché il suo pelo sia lucido e sano.

Per sapere di più sull’alimentazione dell’American Wirehair, consulta questo articolo.

Lavare il gatto sì o no? In questo caso, la risposta è assolutamente sì. La pelle degli esemplari di questa razza, infatti, è molto sensibile e grassa. Per questo, è fondamentale rimuovere periodicamente sporco e secrezioni attraverso il bagnetto.

La frequenza ideale è di una volta al mese. In occasione di questa operazione, è fortemente raccomandato l’uso di detergenti delicati, appositamente formulati per l’American Wirehair.

Se così non fosse, infatti, il gatto rischierebbe di sviluppare disturbi cutanei, come dermatite o acne felina.

Potrebbe interessarti anche: Come lavare il gatto in casa: i nostri consigli per farlo semplicemente

Igiene e pulizia dell’Americano a pelo ruvido

Infine, vediamo come prenderci cura di unghie, occhi, orecchie e denti del nostro American Wirehair.

cura american wirehair
(Foto Adobe Stock)

Essendo l’Americano a pelo ruvido un micio molto attivo e dedito al movimento, il taglio delle unghie non è strettamente necessario. Il gatto provvederà a limarle da sé, ricorrendo a tiragraffi, alberi e via dicendo.

Importante è l’ispezione periodica delle orecchie del felino. Sebbene non sia predisposto a un’eccessiva secrezione di cerume, si consiglia di controllarlo con regolarità per evitare la comparsa di eventuali problemi della pelle e infezioni.

Potrebbe interessarti anche: Come spazzolare il gatto nel modo giusto: i consigli migliori

Gli occhi del micio vanno puliti solo qualora presentino incrostazioni o accumuli di secrezione oculare. Per far ciò, basterà ricorrere ad una garza sterile leggermente inumidita.

Infine, fondamentale è l’igiene dei denti del gatto. Per evitare l’accumulo di tartaro e l’insorgenza di patologie come stomatite o gengivite, il miglior consiglio è quello di prendersi cura giornalmente del cavo orale dell’American Wirehair.

Come fare? Si può ricorrere a dentifricio e spazzolino appositamente realizzati per il micio, o a creme da spalmare sui denti dell’animale, specificatamente formulate per la sua igiene.

Laura Bellucci