Home Gatti Salute dei Gatti Cura del Dragon Li: spazzolatura, bagnetto, consigli di bellezza

Cura del Dragon Li: spazzolatura, bagnetto, consigli di bellezza

Come prendersi cura al meglio del Dragon Li? Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla pulizia degli esemplari di questa razza.

cura dragon li
(Foto Instagram)

Prendersi cura del proprio amico a quattro zampe non è solo una mera questione estetica. Nelle pratiche quotidiane cui sottoporre il nostro pelosetto, infatti, rientrano igiene dentale, pulizia del manto e tante altre operazioni volte a garantire la salute del micio. Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla cura del Dragon Li.

Cura del Dragon Li: spazzolatura e bagnetto

Come prendersi cura al meglio del mantello del Dragon Li?

Dragon Li
(Foto Adobe Stock)

Nonostante questi esemplari siano a pelo corto e il loro mantello sia caratterizzato dalla quasi totale assenza di sottopelo, è necessario spazzolarli quotidianamente.

In questo modo, sarà possibile evitare la formazione di nodi e boli di pelo, oltre che individuare tempestivamente l’eventuale presenza di infestazioni parassitarie.

Attenzione alla dieta del micio: dal cibo somministrato al pelosetto, infatti, dipende la lucentezza e la salute del manto. Per scoprire tutto sull’alimentazione perfetta per il Dragon Li, consulta questo articolo.

Lavare il gatto sì o no?

È necessario lavare il Dragon Li, per prendercene cura adeguatamente?

Dragon Li
(Foto Adobe Stock)

Non sempre questa operazione va compiuta. I mici, infatti, sono molto attenti alla propria igiene personale, a cui si dedicano giornalmente con dovizia e scrupolosità.

Qualora gli esemplari siano anziani o reduci da lunghe malattie, però, potrebbe capitare di doverli aiutare nella pulizia quotidiana.

In questo caso, è importante scegliere detergenti specificatamente formulati per la cute del gatto e assicurarci che la temperatura dell’acqua sia piacevole e tiepida.

Dopo aver insaponato, massaggiato e risciacquato completamente il micio, è fondamentale assicurarsi di asciugare totalmente la sua pelliccia, per evitare che il quattro zampe possa prendere freddo e ammalarsi.

Potrebbe interessarti anche: Come scegliere il tagliaunghie per il gatto: come funzionano i vari modelli

Pulizia di occhi, orecchie e denti

Non solo cura del pelo: ecco come dedicarci alla pulizia di occhi, unghie e orecchie del Dragon Li.

Dragon Li
(Foto Adobe Stock)

In primis, sarebbe opportuno ispezionare regolarmente le orecchie del gatto, per eliminare eventuali quantità in eccesso di cerume.

Mai ricorrere ai cotton fioc! Il rischio, infatti, è di danneggiare l’udito del micio.

In questo caso, si può ricorrere ad appositi spray disponibili n commercio.

In alternativa, è possibile usare semplicemente a una garza leggermente imbevuta in acqua tiepida, con cui tamponare delicatamente la cute del felino.

Questo stesso procedimento può essere impiegato anche per rimuovere eventuali secrezioni e incrostazioni attorno agli occhi del Dragon Li.

Anche l’igiene orale del micio è fondamentale. Per pulire i denti del gatto potremo ricorrere sia ad appositi spazzolini e dentifrici (evitando quelli formulati per l’uso umano), che a creme igienizzanti da distribuire sulla dentatura dell’animale.

Potrebbe interessarti anche: Come abituare il gatto a farsi lavare i denti: i passaggi importanti

Cura delle unghie del Dragon Li

Infine, non ci resta che rispondere a un’ultima domanda sulla cura del Dragon Li: dobbiamo tagliare le unghie al micio?

Dragon Li
(Foto Adobe Stock)

La risposta non è univoca: molto, infatti, dipende dalle condizioni del proprio pelosetto.

Se si tratta di un esemplare giovane e vispo, che conduce uno stile di vita attivo, questa operazione non è necessaria.

Il gatto, infatti, provvederà da sé ad affilare i propri artigli. Al contrario, nel caso di felini anziani e sedentari, potremmo dover provvedere ad taglio delle unghie, qualora siano eccessivamente lunghe e rappresentino un ostacolo per il micio.

Come procedere, in questo caso? In primis, individuando un tagliaunghie adatto per spuntare gli artigli del Dragon Li.

Dopo aver premuto leggermente sui polpastrelli del gatto per far fuoriuscire completamente l’unghia, dovremo eliminare esclusivamente la piccola porzione più esterna, che appare di colore più chiaro rispetto al resto dell’artiglio, non essendo vascolarizzata.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci