Home Gatti Salute dei Gatti Salute dell’Ocicat: le malattie comuni di questa razza felina

Salute dell’Ocicat: le malattie comuni di questa razza felina

Sapere quali sono le malattie comuni dell’Ocicat è fondamentale per prenderci cura al meglio della sua salute: scopriamole insieme.

malattie comuni ocicat
(Foto Adobe Stock)

Preoccuparci del benessere del nostro amico a quattro zampe è il primo modo per far sì che la sua vita sia lunga e in salute. Ecco quali sono le malattie comuni nell’Ocicat, come individuarle tempestivamente e a quali cure sottoporre il nostro fedele pelosetto per aiutarlo a recuperare al più presto forze ed energie.

Malattie comuni dell’Ocicat: l’elenco completo

Gli esemplari di questa razza sono piuttosto longevi: la durata media della loro vita, infatti, è compresa tra i 12 e i 15 anni.

gatto ocicat
Il gatto Ocicat (Foto Flickr)

Tendenzialmente, questi mici godono di buona salute. Tuttavia, ci sono alcune malattie comuni nell’Ocicat, che si trasmettono per via genetica da una generazione all’altra. Tra le patologie più frequenti ci sono:

  • Cardiomiopatia ipertrofica;
  • Atrofia progressiva della retina.

Oltre alle malattie ereditarie che possono colpire gli esemplari di questa razza, ci sono anche disturbi che comunemente insorgono nei felini domestici.

Tra questi rientrano infezioni, allergie, irritazioni cutanee. Per prevenirli ed evitarne la comparsa, è fondamentale prendersi cura dell’Ocicat al meglio.

Se non sai come fare, consulta il nostro articolo per scoprire tutto quello che c’è da sapere a riguardo.

Potrebbe interessarti anche: La cardiomiopatia ipertrofica nel gatto: cause e sintomi della malattia

Cardiomiopatia ipertrofica

Tra le malattie comuni dell’Ocicat rientra la cardiomiopatia ipertrofica.

(Foto Wikimedia)

Si tratta di un disturbo cardiaco che comporta l’ispessimento del ventricolo sinistro. Ciò, a sua volta, riduce il volume del lume ventricolare e compromette la normale circolazione sanguigna.

Non sempre si manifestano sintomi di questa condizione. Tra i segnali della patologia ci sono:

  • Debolezza;
  • Difficoltà di respirazione;
  • Soffio cardiaco;
  • Cianosi;
  • Edema polmonare;
  • Sincope.

Sfortunatamente, ad oggi non esiste una cura risolutiva per la cardiomiopatia ipertrofica.

L’obiettivo del trattamento, quindi, è di alleviare i sintomi e il malessere del gatto attraverso una terapia mirata.

Fondamentale è la prevenzione: è essenziale impedire la riproduzione ai mici affetti dalla patologia.

Qualora il proprio gatto risulti predisposto all’insorgenza della malattia, si consiglia di sottoporlo periodicamente a test diagnostici come elettrocardiogramma ed ecografia cardiaca.

Potrebbe interessarti anche: Atrofia progressiva della retina nel gatto: cos’è, sintomi e cause

Atrofia progressiva della retina

L’atrofia progressiva della retina è una delle malattie comuni dell’Ocicat.

gatto leopardo
(Foto Adobe Stock)

Si tratta di una patologia oculare che comporta la progressiva perdita della vista dell’animale. Essa può insorgere nel micio tra i 3 mesi fino ai 2 anni di vita. I sintomi, tuttavia, iniziano a comparire intorno ai 4-6 anni del gatto.

Tra i principali segnali della malattia ci sono:

  • Cecità notturna;
  • Accumulo di peso;
  • Ipersensibilità alla luce;
  • Anomalie alla struttura della retina;
  • Perdita di visione centrale o periferica.

Sfortunatamente, si tratta di una patologia incurabile, destinata a privare il gatto della vista.

Per questo, è importante aiutare il micio ad abituarsi alla nuova condizione, progettando per lui uno spazio sicuro, stimolante e in cui abbia a portata di zampa tutto il necessario per vivere serenamente.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

Laura Bellucci