Home Gatti Salute dei Gatti Sindrome di Chediak-Higashi nel felino: l’alterazione del pelo del gatto

Sindrome di Chediak-Higashi nel felino: l’alterazione del pelo del gatto

Il tuo amico peloso presenta un’alterazione del colore del suo mantello? Potrebbe trattarsi della sindrome di Chediak-Higashi nel gatto.

sindrome di chediak-higashi nel gatto
(Foto Adobe Stock)

La sindrome di Chediak-Higashi nel gatto è una patologia genetica molto rara. Tale malattia consiste nell’alterazione del colore del pelo del micio che risulta più chiaro del solito.

Questa patologia è stata riscontrata anche nell’uomo, nei bovini, nel ratto, nella volpe antica e nell’orca. Vediamo insieme quali sono i sintomi e le cause della sindrome di Chediak-Higashi nel gatto e cosa bisogna fare a riguardo.

Sindrome di Chediak-Higashi nel gatto: sintomi e cause

La sindrome di Chediak-Higashi consiste in una carenza di melanina in alcune parti del corpo del micio come la pelle, gli occhi e il mantello conosciuta anche come albinismo oculo-cutaneo.

persiano grigio
(Foto Pixabay)

Tale sindrome possiamo riscontrarla soprattutto in una razza specifica di gatto, ossia il Persiano dal pelo grigio fumo.

I felini che presentano questa patologia, in caso di lievi ferite presentano un sanguinamento prolungato. Altri sintomi della sindrome sono:

  • Sensibilità alla luce (fotofobia)
  • Lacrimazioni agli occhi
  • Infezione cronica
  • Lesioni renali
  • Difese immunitarie basse
  • Cataratta nel gatto

Essendo una malattia genetica, la sindrome di Chediak-Higashi si presenta nel gatto già dalla nascita o comunque subito dopo.

Tale sindrome è causata da un gene recessivo, quindi se un gatto presenta tale disturbo è perché entrambi i genitori ne sono portatori.

Potrebbe interessarti anche: Occhi del gatto: le principali malattie oculari del micio

Sindrome di Chediak-Higashi nel gatto: diagnosi e trattamento

Per effettuare una diagnosi di tale sindrome, il veterinario inizierà a valutare la storia medica del vostro micio.

persiano
(Foto Unsplash)

Dopodiché effettuerà varie analisi come:

  • Analisi del sangue
  • Analisi delle urine
  • Test genetico

Inoltre per essere certi della diagnosi, lo specialista potrebbe effettuare anche una biopsia dei tessuti.

Potrebbe interessarti anche: Il gatto ha l’occhio opaco: le possibili malattie e come trattarle

Trattamento

Non esiste un trattamento specifico per la sindrome di Chediak-Higashi nel gatto. Tuttavia il veterinario potrebbe somministrare la vitamina C al felino per migliorare il funzionamento delle piastrine e del sangue.

Inoltre lo specialista se necessario potrebbe anche suggerire un trapianto di midollo osseo per aiutare il vostro amico peloso.

D’altra parte è opportuno che anche voi facciate qualcosa per il vostro micio.

Infatti una volta che sarà diagnosticata la sindrome di Chediak-Higashi nel gatto dovreste fare in modo che quest’ultimo viva in un ambiente più sicuro, in modo da evitare che possa provocarsi ferite.

Inoltre è necessario che il felino che presenta questa sindrome viva in casa a causa della sua fotosensibilità. Infine è opportuno portare il gatto periodicamente a visita.

Con un po’ di accortezza e seguendo tutto ciò che il veterinario vi dirà, il vostro micio nonostante soffra della sindrome di Chediak-Higashi, potrà godere di una buona qualità di vita.

Marianna Durante