Home News Animali e centro commerciale, la polemica stavolta sorge a Cagliari

Animali e centro commerciale, la polemica stavolta sorge a Cagliari

CONDIVIDI

animali e centro commerciale

A Cagliari è sorta una polemica relativa alla presenza di animali domestici all’interno di un centro commerciale. Titolari di negozi ed esercenti vari si sono dimostrati contrari alla loro presenza in quanto a volte capita che le norme igieniche che in prossimità di ristoranti, locali alimentari e punti vendita in generale possano venir meno con Fido o Fuffi in prossimità. come se non bastasse, è accaduta un’altra cosa decisamente controversa nello stesso centro commerciale. Un cittadino riferisce che la scorsa settimana era stato lì per fare spese, quando aveva notato una coppia di anziani con tanto di cane di taglia media al seguito.

I due dovevano salire al piano di sopra e per farlo avevano scelto di avvalersi del nastro trasportatore anziché fruire dell’ascensore. La persona che narra il fatto aveva notato però che l’animale non aveva alcuna intenzione di salire sul tapis-roulant e lo stesso anzi sembrava davvero fargli tanta paura. Ma i due non volevano sentire ragioni. Alché il cittadino si è avvicinato loro e ha spiegato con tutta la gentilezza di cui era capace che l’animale avrebbe potuto farsi male alle zampe. Sarebbe stato meglio utilizzare l’ascensore. “Ma loro hanno inveito contro di me, non capendo evidentemente quelli che sono i bisogni di un povero cane”.

Animali e centro commerciale, che fare?

Poi da qui si è passati anche al fornire una opinione sulla questione animali e centro commerciale: “Io personalmente sono contrario, per questioni prettamente igieniche. Non consentirei mai e poi mai l’ingresso di animali in posti dove vengono distribuiti e smerciati generi alimentari e dove si producono gli stessi. Una volta c’era buon senso e non potevano entrare. Voler bene ad un animale non vuol dire tentare di umanizzarlo rendendolo una cavia, come ormai oggigiorno mi capita di osservare ovunque”. La questione era stata discussa negli scorsi mesi. Il centro commerciale in se è diventato un luogo dove ormai anche gli animali possono andare, ma alcune zone ad esempio di un ipermercato sono off limits per questioni igienico-sanitarie. Proprio per questo motivo numerosi punti vendita hanno deciso di attuare una netta chiusura alle politiche pet-friendly.

A.P