Home News La straordinaria storia degli animali sopravvissuti all’uragano Laura

La straordinaria storia degli animali sopravvissuti all’uragano Laura

ULTIMO AGGIORNAMENTO 9:32
CONDIVIDI

In un modo incredibile, quasi con il supporto divino, 400 animali sono stati tratti in salvo da morte certa. Sono sfuggiti alla furia dell’uragano Laura. 

sognare un topo
Topo (Foto Flickr)

I protagonisti della storia di oggi sono ottanta animali: 56 gatti, 20 cani, 3 conigli e Pipsqueak, un topolino a tre zampe. Non parleremo dell’Arca di Noè, ma di un salvataggio avvenuto in Texas, a Houston.

Gli animali, quasi per miracolo sono riusciti a salvarsi da morte certa. Mentre nel racconto biblico a cui abbiamo fatto menzione la vita degli animali era a rischio a causa della pioggia, nella nostra storia gli animali erano minacciati dalla furia del vento.

Contro le forze della natura l’uomo, così come gli animali, non può opporsi. La natura è impossibile da controllare così come l’uragano Laura che al suo passaggio ha lasciato morte e distruzione.

I protagonisti della nostra storia sono stati “miracolati” perché sono riusciti, grazie a un volo d’urgenza organizzato da Wings of Rescue e GreaterGood.org, a salvarsi dall’uragano Laura.

Potrebbe interessarti anche: Coniglio americano blu: una nuova meravigliosa razza dagli USA

La straordinaria storia degli animali sopravvissuti all’uragano Laura

topolino ratti odori
Topo (foto Pexels)

Tutti gli animali, 56 gatti, 20 cani, 3 conigli e Pipsqueak, un topolino a tre zampe, provengono dalla Houston Spca. Questa struttura del Texas, specializzata nella cura degli animali, ha accolto anche i cani e gatti dalla Galveston Island Humane Society.

I rifugi della Galveston Island Humane Society, sulla costa del Golfo, erano in serio pericolo per via dell’uragano Laura e sono stati sfollati.

Non essendoci posti sicuri pronti ad accoglierli tutti, dato l’enorme numero di animali bisognosi, oltre 400 animali sono stati trasportati fuori dalla zona rossa e sono stati portati in volo dall’altra parte dello Stato, nei rifugi dell’Humane Society del North Texas.

Tra tutti gli animali tratti in salvo, ce n’è uno che è diventato la mascotte del gruppo. Non parliamo né di un leone né di una pantera, ma di un Pipsqueak, un topolino a tre zampe salvato da una situazione di abusi.

Oltre agli animali già in rifugio, sono stati tratti in salvo anche molti animali domestici, come cani e gatti, che si sono persi durante le operazioni di evacuazione delle città in pericolo.

Quelli che sono stati trovati per strada sono stati trasferiti e ora sono iniziate le ricerche delle loro famiglie. Non tutti hanno il microchip, in particolare i gatti, ed essendo stati portati anche lontano dalle zone di ritrovamento, la Houston Spca su Facebook ha dato il via al tam tam fotografico per agevolare il loro ritorno a casa.