Home News Artù, il cane che doveva essere soppresso: si accende una speranza –...

Artù, il cane che doveva essere soppresso: si accende una speranza – VIDEO

Un cane di nome Artù cade in un dirupo lungo diversi metri: il padrone decide per la soppressione, ma qualcuno si mette di traverso. Quando la speranza non è l’ultima a morire, se assieme a essa c’è anche l’azione e il voler portare del bene.

Cane Artù Caduto Dirupo
Il cane Artù in braccio al veterinario (Facebook – ENPA)

Un inconveniente, nella vita, può capitare a tutti. Ci si può ritrovare davanti a una situazione spiacevole e non sapere come venirne a capo. Indichiamo spesso la parola coraggio, ma il coraggio è prima di tutto un atto, da saper mettere in pratica. E non tutti lo hanno. Non l’aveva nemmeno l’ex proprietario di Artù, un cane che stava per andare incontro a una soppressione. Le speranze di rivederlo vivo si erano del tutto spente, finché una volontaria non ha deciso di prenderlo in cura e cercare di ridargli una seconda chance di vita. Ora per lui si è mossa un’intera comunità. E la voglia è quella di vederlo di nuovo in cammino.

Il cane Artù cade da un dirupo di 7 metri: la sua vera salvezza passa per mano degli esperti del settore

Cane Artù Caduto Dirupo
Il cane Artù dopo l’operazione (Facebook – ENPA)

Tra sentimento e competenza. Se c’è questo connubio qualcosa di grande può davvero accadere. Molto spesso ci attacchiamo solo ai sentimenti, e questo ci costa caro in termini di decisione. Altre volte, invece, lasciamo da parte completamente le nostre emozioni calandoci nel ruolo di uomo-macchina, non capendo che il cuore conta.

LEGGI ANCHE >>> Il cane caduto in un dirupo viene salvato dai pompieri – VIDEO

Quando, però, questi due aspetti vanno a braccetto, qualcosa di magico può accadere. Com’è successo al cane Artù, un amico a quattro zampe che durante un giorno qualunque si è imbattuto o in qualche gioco o in qualche corsa di troppo. Alla fine è caduto in un dirupo lungo 7 metri.

Era messo davvero male, e l’ex proprietario aveva deciso di sopprimerlo (quasi sicuramente non vedendo altra soluzione per lui). Una volta arrivato in clinica, Artù è stato preso in cura da una volontaria che ha chiesto di poterlo prendere con sé e vedere cosa si potesse fare per lui.

LEGGI ANCHE >>> Il cane cade nel dirupo: i vigili del fuoco lo salvano dopo 8 ore

L’ex proprietario lo ha lasciato lì e da quel momento è iniziata un’altra storia. È passato sotto le mani di un veterinario, oltre che a quelle del suo angelo custode. Ha dovuto subire diverse operazioni, anche molto costose, ma ha trovato il contributo di un’intera comunità. Ora, l’obiettivo è quello di poterlo assistere sino alla sua completa rinascita che, quasi sicuramente, dovrà passare sotto qualche altra operazione. Lui sembra essere davvero un osso duro, come testimonia un video caricato sulla pagina di ENPA, e non intende mollare.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.