Home News Berlusconi in campo per l’inasprimento delle pene per maltrattamenti sugli animali

Berlusconi in campo per l’inasprimento delle pene per maltrattamenti sugli animali

CONDIVIDI

L’ex premier Silvio Berlusconi sembra rimettersi in carreggiata e ha le idee ben chiare per il prossimo programma di Forza Italia, “L’Albero della libertà”, anche in materia di tutela degli animali.

Nel corso di un incontro con i giovani di FI, a Milano, Berlusconi si è soffermato sul tema del rapporto tra le famiglie italiane e gli animali, evidenziando l’importanza di delineare una strategia che accolga il cambiamento. E questo, a partire dal pieno “riconoscimento come esseri senzienti, che sentono il dolore” e con il quale, rafforzare la tutela e i loro diritti. Il partito intende quindi proporre un inasprimento delle pene per chi maltratta o uccide un animale: “Chi maltratta un animale senza ragione, chi lo uccide, chi lo addestra per delle lotte cane contro cane dev’essere punito severamente, anche con la prigione”, ha affermato l’ex premier davanti la platea dei giovani.

Un tema molto caro a Berlusconi soprattutto alla luce degli ultimi fatti di cronaca, riportati anche da alcuni servizi delle Iene come Angelo a Sangineto.
Lo stesso Berlusconi si mette in gioco in prima persona e negli ultimi mesi ha dato l’esempio accogliendo ben cinque esemplari che erano nel canile di Olbia trasferendoli sia nella sua villa di Arcore e in altre residenze della famiglia.  In questo, sicuramente la giovane fiamma dell’ex premier, Francesca De Pascale ha dato un contributo notevole. Oltre a Dudu e Dudina e il loro tre cuccioli infatti, la De Pascale si è innamorata di altri cuccioloni, portando ad 8 il numero dei cani di casa: tra i quali una golden retriever  di nome Harley e il chihuahua Rambo. Proprio recentemente, l’ex premier non ha resistito a due sorelline Luna e Stella che sono state da poco adottate: ““Non si possono separare”, aveva commentato Berlusconi.