Cagnolina incinta arriva al rifugio e conquista tutti con una buona azione

Foto dell'autore

By Elisabetta Guglielmi

News

Una cagnolina incinta, salvata e portata in un rifugio per animali, conquista il cuore di tutti con la sua dolcezza: dopo la nascita dei cuccioli, la cagnetta ha adottato un piccolo speciale. 

Kela cuccioli rifugio adottato
La cagnolina Kela insieme ai suoi cuccioli: il primo in alto è un gattino (Screenshot foto Facebook – Jackson County Animal Shelter – Michigan – amoreaquattrozampe.it)

Sulla pagina Facebook di un rifugio per animali statunitense è stata condivisa la storia di una cagnetta randagia che ha conquistato con la sua dolcezza i cuori di tutti. Il Jackson County Animal Shelter, un rifugio per animali della città di Jackson (nello stato del Michigan, negli Stati Uniti d’America) ha recentemente accolto una cagnolina dal manto nero, un mix di razza Alano tedesco. Pochi giorni dopo essere stata soccorsa, la cagnetta (che ha ricevuto il nome di “Kela“) ha dato alla luce dieci cuccioli. Ma la dolcissima cagnolina, come ha dimostrato a tutto lo staff del rifugio, aveva ancora tanto affetto da donare.

La dolcezza della cagnolina Kela conquista i cuori di tutti: arrivata al rifugio, dopo aver partorito dieci cuccioli, adotta un gattino orfano (FOTO)

cagnolina Kela cuccioli gattino
La cagnolina Kela ha adottato un cucciolo di gatto rimasto orfano (Screenshot foto Facebook – Jackson County Animal Shelter – Michigan – amoreaquattrozampe.it)

SEGUICI ANCHE SU: FACEBOOK | TIKTOK | INSTAGRAM | YOUTUBE TWITTER

Sulla pagina Facebook @Jackson County Animal Shelter – Michigan sono state condivise numerose foto che mostrano la dolce Kela mentre si prende cura amorevolmente dei piccoli. Dalle foto è possibile vedere che, sdraiato accanto alla mamma, oltre ai dieci cagnolini di pochi giorni c’è anche un gattino dal manto tigrato. La storia dell’adozione del piccolo felino orfano da parte di Kela è stata raccontata dal rifugio sui social.

Nello stesso giorno in cui la cagnetta ha dato alla luce i suoi cuccioli, al rifugio era arrivato un gattino trovato in strada completamente solo. Il piccolo è stato accudito e collocato in una stanza appartata, dove ha iniziato a piangere disperato. I lamenti del cucciolo sono arrivati alle orecchie attente di Kela. Non appena la cagnetta li ha uditi, è corsa verso la porta della stanza in cui si trovava il gattino. I volontari hanno raccontato in un post di Facebook che Kela «non voleva lasciare la porta che conduceva al micetto. Non riuscivamo a comprendere il motivo del suo comportamento: aveva appena mangiato e bevuto, non aveva alcuna esigenza ma continuava a grattare la porta in cui si trovava il gatto». Rendendosi conto che insisteva per vederlo, lo staff ha aperto la porta e l’ha lasciata entrare nella stanza in cui si trovava il cucciolo orfano. Kela è corsa dritta verso il gattino nascosto all’interno di una scatola. Considerando le grandi dimensioni di Kela e il fatto che il gatto non appartenesse alla sua cucciolata, i volontari erano titubanti all’idea di lasciare che la cagnetta prendesse il felino. Decisero comunque di fare un tentativo. Appena Kela ne ebbe la possibilità, prese delicatamente il piccolo orfano e lo portò nel lettino accanto ai suoi dieci cuccioli. Sdraiatasi accanto ai piccoli, iniziò a pulire il gattino e ad accudirlo come se fosse stato anche lui suo figlio. Una casa affidataria ha accettato di accogliere tutta la famiglia per qualche settimana. Non appena i cuccioli saranno cresciuti potranno essere dati in adozione, così come la loro amorevole mamma.

Non è insolito che i cuccioli orfani vengano adottati da cagnoline o gattine che hanno già i loro piccoli, andando ad incrementare notevolmente il numero dei cuccioli, come è accaduto nel caso di una dolce cagnolina randagia, ribattezzata con il nome di “Dolly“. La cagnetta, dopo aver partorito i suoi cuccioli, si era ritrovata a prendersi cura anche di piccoli di altre cucciolate abbandonati dai loro proprietari in strada, adottandoli come se fossero stati tutti suoi figli e arrivando ad accudire da sola sedici cuccioli. A volte capita anche che gli orfanelli trovino mamme amorevoli appartenenti a una specie diversa dalla propria, come è accaduto nel caso della cagnolina Daisy convinta di essere la vera mamma di due cuccioli di gatto da lei adottati.

Questi episodi, così come la storia di Kela e dei suoi piccoli, testimoniano ancora una volta quanto gli animali sappiano essere speciali, sempre pronti ad aiutare chi ne ha bisogno. (di Elisabetta Guglielmi)

Gestione cookie