Home News Cane abbandonato con una lettera straziante legata al collare

Cane abbandonato con una lettera straziante legata al collare

ULTIMO AGGIORNAMENTO 15:20
CONDIVIDI

Un cane abbandonato è stato trovato legato ad un albero, con una lettera legata al collare che raccontava di un’inaspettata verità

cane abbandonato lettera collare
Roadie, il cane abbandonato con una lettera attaccata al collare (Foto Facebook)

Un triste quattro zampe è stato trovato legato ad un albero, disorientato, ancora non coscio di quello che stava accadendo, ma con una lettera attaccata al suo collare che raccontava di una triste storia.

Potrebbe interessarti anche: Cane lasciato in un parcheggio con una nota: le sue condizioni erano scioccanti

La lettera che racconta il motivo dell’abbandono di un cane

lettera roadie
La lettera attaccata al collare di Roadie (Foto Facebook)

Alcuni abbandoni sono particolarmente dolorosi, non solo per chi viene lasciato così, da un giorno all’altro solo, a badare a se stesso, ma anche per chi si trova costretto a rinunciare all’immenso amore che solo un cane è in grado di dare.

Un cane è stato trovato legato vicino ad un albero dalla Johnson County Animal Shelter, un’organizzazione di salvataggio animali. Il Fido è stato abbandonato con una lettera attaccata al suo collare che raccontava un’amara verità.

Dalla missiva, il rifugio ha scoperto che ad aver lasciato lì da solo il quattro zampe, il cui nome è Roadie, è stato il suo proprietario. L’uomo aveva scritto la nota di proprio pugno e raccontava come era stata fino a poco tempo fa la vita della cucciola e il perché ora si trovava legata ad un albero.

La struggente lettera spiegava che il padrone era costretto a rinunciare a prendersi cura del Fido, che ha sempre fatto parte della sua vita, perché non più in grado di basare a lei, in quanto aveva di recente perso il lavoro, e a breve anche l’abitazione, a causa del Covid-19.

Il tenero esemplare, un incrocio tra un pastore tedesco e un pastore australiano, era stata adottata quando era ancora piccola, da una cucciolata di dieci neonati. Roadie viene descritta come un cane allegro e vivace, che ama masticare i suoi giocattoli, soprattutto se fanno rumore.

Il quattro zampe, vaccinato e microchippato, è anche stato addestrato a eseguire semplici comandi, come fare il seduto, sdraiarsi o rotolarsi a terra. La piccola aveva un divano e un letto in memory foam, tutto suo, adora i bambini e si diverte a giocare con loro e con altri cani.

Infine la nota si concludeva con una preghiera: “Per favore, se mi trovi, donami una nuova famiglia e tanto amore e prega affinché la situazione del mio vecchio padrone migliori e dagli il conforto che ora sono in buone mani”.

Il personale del rifugio, toccato dalla straziante missiva, ha riportato la triste esperienza della cucciola sulla loro pagina Facebook, ottenendo subito un enorme riscontro e ricevendo moltissime richieste di adozione in favore di Roadie.
Inoltre l’organizzazione ha anche colto l’occasione per rammentare ai proprietari di quattro zampe, che per qualsiasi motivo o situazione non siano più in grado di accudire i propri cuccioli, di condurli in un qualsiasi rifugio e di non ricorrere mai, per nessun motivo, all’abbandono. Questi innocenti cuccioli non meritano di essere lasciati da soli, spaventati e indifesi, e soprattutto in balia di pericoli.

M. L.