Esausto, non ce l’avrebbe fatta: il cane bloccato sulla cima più alta – FOTO

Foto dell'autore

By Giada Ciliberto

News

Un fido non ce l’avrebbe mai fatta da solo a tornare sui suoi passi: l’eroico intervento salva la vita del cane bloccato sulla cima più alta.

cane Shiba sfinito montagna
Lo Shiba sfinito (Facebook Keswick Mountain Rescue Team – Amoreaquattrozampe.it)

Un cane esausto e ferito non sarebbe riuscito a tornare sui suoi passi se una squadra di eroi non fosse intervenuta in suo soccorso. Il meraviglioso esemplare di Shiba si trovava in una situazione di estrema difficoltà sulla cima più alta della montagna. Sfinito è stato raggiunto dalla squadra di soccorso che ha trovato un modo di riportarlo in sicurezza a bassa quota. Il tragitto è stato documentato dal “Keswick Mountain Rescue Team” lo scorso 14 maggio.

Esausto, non ce l’avrebbe mai fatta da solo: il cane era bloccato sulla cima più alta – FOTO

Il repertorio di immagini realizzate ad alta quota durante il percorso intrapreso sulla cima del gigante montuoso di Scafell Peak, in Inghilterra, ha mostrato agli utenti quali sono state le dinamiche e le tecniche utilizzate dai soccorritori del posto per garantire il recupero dello Shiba dal luogo in cui era precedentemente rimasto senza forze.

cane salvato team recupero
Shiba durante il trasporto (Facebook Keswick Mountain Rescue Team – Amoreaquattrozampe.it)

In seguito alla segnalazione dell’incidente – numero 42 – verificatosi nella località di Grain Gill, il cane è stato raggiunto sulla montagna più alta d’Inghilterra e infine tratto in salvo  dal team di recupero. La squadra di soccorsi era composta da 13 uomini. L’operazione di recupero, pur essendosi rivelata particolarmente ostica data la natura impervia del territorio e le preoccupanti condizioni del fido, è giunta a termine dopo 4 ore e 18 minuti.

🐾 Vi aspettiamo sul nostro nuovo canale TELEGRAM con tanti consigli e novità

Il pelosetto – molto simile, per la sua conformazione fisica, a un esemplare di Eurasier – avrebbe perso le tracce dei suoi proprietari dopo essersi rifiutato di continuare la scalata a causa di una brutta ferita. È stato in quel momento che i suoi genitori umani hanno contattato le autorità locali per ricevere aiuto.

cane trasportato imbracatura soccorritori
Il recupero dello Shiba (Facebook Keswick Mountain Rescue Team – Amoreaquattrozampe.it)

Dopo la scalata – raggiunta filmante una porzione di terreno pianeggiante – lo Shiba è stato posizionato su un’apposita barella. L’utilizzo di specifiche imbracature si è rivelato fondamentale per ciascuno dei 13 membri della squadra.

🐱 Per restare sempre aggiornato su tutte le news seguici anche su TWITTER

I soccorritori – al temine della missione – hanno voluto rilasciare un commento di gratitudine molto significativo per essere riusciti a salvare la vita del pelosetto. Nonostante i suoi 33 kg sembra che lo Shiba – ai loro occhi – si sarebbe rivelato particolarmente leggero, almeno in proporzione alla loro eroica determinazione. Il cane è stato riconsegnato ai suoi proprietari che abitano in una fattoria non distante dalle pendici della montagna.

Gestione cookie