Home News Cane intrappolato in un condotto fognario: le sue condizioni

Cane intrappolato in un condotto fognario: le sue condizioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 8:53
CONDIVIDI

Un cane di razza Drahthaar dopo essere caduto in un condotto fognario è riuscito a salire in superficie grazie all’aiuto dei pompieri.

Drahthaar
Drahthaar (foto Facebook)

Oggi allieteremo la vostra lettura con una storia dal lieto fine. Il protagonista del racconto è un cane di razza Drahthaar che era rimasto intrappolato nelle acque di un condotto fognario.

Una brutta avventura quella del nostro amico a quattro zampe che, vedendosi solo e privo di aiuto ha iniziato a chiamare aiuto abbaiando.

Dopo tanti ululati, finalmente qualcuno lo ha notato e, per la gioia di tutti, è riuscito a tornare libero. Proseguiamo nella lettura così da scoprire tutti i dettagli della disavventura del nostro Drahthaar.

Potrebbe interessarti anche: Springer spaniel inglese: uno splendido cane da caccia pieno di energia

Cane intrappolato in un condotto fognario: le sue condizioni

È a Robecco sul Naviglio, comune in provincia di Milano, che ha inizio la nostra storia. È qui che il nostro amico, un cane di razza Drahthaar, è rimasto intrappolato nelle acque di un condotto fognario.

Il cagnolino non riusciva a trovare via d’uscita e dunque ha iniziato ad attirare l’attenzione abbaiando. Questo il suo modo per chiamare aiuto.

I suoi ululati sono stati ascoltati da alcune persone che, passeggiando in via Casati, a Robecco sul Naviglio, hanno visto che nuotava sotto la grata del condotto fognario.

Vedendolo in palese difficoltà, i passanti hanno subito chiesto l’aiuto dei Vigili del Fuoco di Milano, i quali immediatamente si sono precipitati sul luogo dell’accaduto.

Il cane nuotava in un canale di scolo, che poi confluisce nella fognatura. Il condotto è vicino al Naviglio Grande e, stando a una prima ricostruzione dei pompieri, probabilmente l’animale sarebbe scivolato nel canale e poi si sarebbe infilato in una delle derivazioni del Naviglio nel tentativo di uscire.

Il nostro amico nuotava in acque profonde circa tre metri, ed era spaventato e intirizzito. Infatti, quando i Vigili del Fuoco sono scesi giù per trarlo in salvo, in un primo momento il cane continuava a nuotare allontanandosi dai suoi salvatori.

Dopo un po’, il cane ha capito le buone intenzioni dei pompieri e tranquillizzandosi si è fatto trarre in salvo. Purtroppo non è stato possibile rintracciare il suo proprietario, e adesso è stato affidato al servizio veterinario dell’Ats per le cure del caso.