Home News Rinchiude il cane per 4 mesi: il piccolo tra escrementi in un...

Rinchiude il cane per 4 mesi: il piccolo tra escrementi in un luogo angusto

Un uomo rinchiude il suo cane per 4 mesi in un luogo angusto: il piccolo pelosetto ritrovato in balcone e in stato di choc tra gli escrementi.

cane rinchiude mesi balcone
Cagnolino recluso per mesi (Facebook – Guardie Zoofile Ambientali Norsaa Roma)

Il triste accaduto si è verificato nella Capitale in questi giorni. Le Guardie Zoofile Ambientali Norsaa di Roma e la Asl Roma 2 hanno ricevuto la segnalazione, lo scorso 4 novembre, da alcuni abitanti di un condominio accortisi – per primi – dell’insolita permanenza di un cane dal manto nero all’interno dell’angusto balcone di uno degli appartamenti che compongono la struttura.

Rinchiude il cane per 4 mesi: il piccolo costretto tra gli escrementi in un balcone angusto

cane rinchiude mesi balcone
Pelosetto ritrovato nel mini balcone (Facebook – Guardie Zoofile Ambientali Norsaa Roma)

Dopo l’arrivo delle autorità sul posto e l’agghiacciante sopralluogo che ne ha inevitabilmente conseguito, si è scoperto che il cane era stato abbandonato da diverso tempo all’esterno dell’appartamento. Il povero pelosetto era stato costretto per quattro mesi a vivere in un piccolo balcone senza poter mai uscire.

Potrebbe interessarti anche >>> La triste infanzia di Raviolo, il cagnolino che desidera una famiglia (VIDEO)

Il balcone era ricoperto di escrementi e, assieme al cane, vi era anche un micio altrettanto lasciato a se stesso. I due si sarebbero fatti coraggio durante l’eterna e vana attesa dei loro padroni, a cui ora è stato fatto divieto di avvicinarsi.

Non è la prima volta che in quel medesimo edificio venga toccato il tema di abbandono di animali. Già nelle annualità precedenti, i condomini, hanno testimoniato di aver assistito al recupero di quattro zampe maltrattati. Sarebbe due i quattro zampe, prima dell’ultimo miracolosamente tratto in salvo, non riuscito a sopravvivere all’incuria.

Ora il quattro zampe traumatizzato dall’accaduto è stato premurosamente accolto in una struttura-rifugio gestita dalle Guardie Zoofile Noorsa e pare stia tornando gradualmente in forma riprendendosi dal trauma subito. Mentre i proprietari dell’esemplare sono stati aspramente multati dalle autorità.

Potrebbe interessarti anche >>> Cane sfortunato, mendicava in strada: Gorgi adottato dalla squadra di polizia 

Nel rifugio si è alla ricerca di una nuova casa per l’esemplare abbandonato, che si dimostra – secondo il parere entusiasta dei suoi provvisori tutori – di grande dolcezza oltre a essere in possesso di un evidente desiderio di vivere la sua vita pienamente, data la libertà sottrattagli a lungo dai suoi vecchi padroni in precedenza. In conclusione, dal post condiviso su Facebook dal profilo delle “Guardie Zoofile Ambientali Norsaa Roma” – dopo il salvataggio del quattro zampe – sono ancora reperibili le immagini che documentano con interezza il ritrovamento del pelosetto.