Home News Il cane si tuffa in mare e scompare, la storia incredibile

Il cane si tuffa in mare e scompare, la storia incredibile

Il cane Tyron si trova in spiaggia con la sua padrona, ma a un certo punto si tuffa in mare aperto e nuota.

Cane Tyron
Il cane Tyron (Albert Calamuso – Facebook)

Una storia pazzesca quella di questo cane che era con la sua padrona Sabrina in spiaggia e a un certo punto si è gettato in acqua per nuotare in mare aperto senza fermarsi. Il cane era solito nuotare con il suo padrone d’origine il padre di Sabrina che purtroppo è morto improvvisamente lo scorso gennaio.

È da quel momento che tutto è cambiato per il cane che si è dimostrato sempre più triste e confuso, fino a qualche tempo fa che ha deciso di cimentarsi in questa fuga verso una meta sconosciuta.

Il cane Tyron non ce la fa più e scappa, nuota verso una meta sconosciuta in mare aperto

Mare padrone
Il mare (Pixabay)

Tyron è un Border Collie incrociato con un Labrador e ha 11 anni, qualche giorno fa mentre era in spiaggia con la sua padrona Sabrina si è tuffato in mare ed ha iniziato a nuotare verso il mare aperto. A questo punto Sabrina ha mobilitato i vigili del fuoco che si sono recati sul posto a cercarlo e hanno passato un’ora in acqua ma invano, del cane non c’era assolutamente traccia. Albert Calamuso, deputato della città di Villeneuve-Loubet, si è preso a cuore la faccenda in prima persona per cercare di capire come questo cane di 11 anni si sia trovato in questa situazione, l’animale infatti è stato trovato a 800 metri al largo della costa di Antibes.

Potrebbe interessarti anche >>> Cane Royal ha perso la fiducia negli umani: da anni desidera una casa

È stato salvato da una persona che l’ha portato con sé su una moto d’acqua e lo ha riportato in terraferma, è stato il soccorritore infatti ad allertare il municipio di Villeneuve-Loubet, è per questo che Albert Calamuso è venuto a conoscenza della storia. Tyron è stato consegnato alla SPA Côte d’Azur di Vence, era microchippato ma il suo foglio identificazione per gli animali domestici non era aggiornato, il numero del suo proprietario non corrispondeva, tuttavia il foglio mostrava un nome e un indirizzo in Biot. Albert Calamuso ha deciso di postare un messaggio su Facebook su un gruppo chiamato “quando vieni da Biot”. Nel post ha descritto infatti il cane e ha raccontato ciò che era successo, l’idea è stata ottima perché dopo poco una persona ha riconosciuto il cane e ha avvisato Sabrina che era disperata.

Potrebbe interessarti anche >>> Glomerulonefrite nel cane: cause, sintomi e trattamento della patologia

La donna ha chiamato immediatamente il deputato, e successivamente si è ricongiunta con il cane, il veterinario che lo segue ha dichiarato che probabilmente questa fuga verso questa meta sconosciuta ha a che fare con la morte del suo padrone, infatti successivamente all’accaduto il cane ha presentato una patologia marcata che potrebbe avere a che fare con il suo comportamento odierno. Il modo di comportarsi del cane infatti è cambiato radicalmente da quando è morto il padre di Sabrina, probabilmente è stato uno shock per l’animale che si è sentito abbandonato e ha visto cambiare la sua quotidianità. Secondo il veterinario il cane potrebbe aver provato malinconia ricordando i tempi felici in cui andava al mare con il suo padrone.