Home News Cani randagi, troppe aggressioni nel campus dell’università: si corre ai ripari –...

Cani randagi, troppe aggressioni nel campus dell’università: si corre ai ripari – VIDEO

CONDIVIDI
cani randagi
Aggressioni di cani randagi ormai troppo frequenti in una università cinese, si prova una soluzione

Emergenza cani randagi in una università cinese: in diversi hanno aggredito gli studenti nel campus, ora si corre ai ripari.

Un’università cinese ha rivelato di aver assunto degli accalappiacani professionisti per radunare e prelevare forzatamente i cani randagi che stazionano all’interno del suo campus. La cosa si sarebbe resa necessaria in seguito ad alcuni incidenti distinti nei quali degli studenti sono stati attaccati dagli animali. A quest’ultimi però non verrà fatto del male, come ci hanno tenuto a precisare i vertici amministrativi e direttivi dell’università. I cani randagi saranno presi in consegna da alcune associazioni animaliste. L’ateneo in questione è quello di Xiangtan, situato nella provincia centrale di Hunan. All’interno del proprio perimetro saranno anche istituite delle pattuglie di sicurezza per meglio affrontare eventuali imprevisti. Ma nessun quattrozampe verrà ferito od ucciso, secondo quanto riportato da Beijing News.

In effetti l’intenzione originale era proprio questa. L’università però ha dovuto abbandonare il suo controverso piano per abbattere i cani randagi l’anno scorso dopo che gli attivisti per i diritti degli animali hanno scatenato una campagna di protesta. Negli scorsi giorni ci sono stati due attacchi da parte di cani randagi ad altrettanti studenti. Uno di questi è stato anche ripreso dalle telecamere del circuito chiuso di sicurezza per poi essere reso pubblico su Weibo. Si tratta di una piattaforma social utilizzata esclusivamente in Cina e molto simile a Twitter. Il video ha totalizzato oltre 2 milioni di visualizzazioni.

Cani randagi, un problema noto in tutto il mondo

Il filmato mostra una studentessa che cammina da sola lungo un sentiero. Le immagini risalgono alla serata di martedì scorso. All’improvviso davanti a lei compare un branco di sei cani, tutti spuntati dai cespugli vicini. Gli animali le corrono incontro con fare aggressivo. La giovane allora si dà alla fuga ma inciampa mentre tenta di attraversare un fossato e finisce rovinosamente a terra. Prova nuovamente a fuggire ma i cani la raggiungono e la assaltano. Il giorno dopo, un’altra studentessa ha subito l’aggressione di altri randagi nel campus.

Ha rimediato morsi e ferite alla gamba destra, come comunicato in una nota ufficiale dall’università. Non c’è stato alcun riferimento però al primo incidente. Tutte e due sono state ricoverate in ospedale. I cani randagi in Italia sono circa 700mila, stando ad una ricerca recente. In Albania intanto è polemica sui metodi spicci che vengono utilizzati per tenere pulite le strade dalla loro presenza.

A.P.