Home News Canile abusivo a Catania: 40 animali tenuti in pessime condizioni igieniche

Canile abusivo a Catania: 40 animali tenuti in pessime condizioni igieniche

ULTIMO AGGIORNAMENTO 19:13
CONDIVIDI

Canile abusivo a Catania con 40 animali tenuti in cattive condizioni igienico-sanitarie. Due denunce ai responsabili delle azioni illegali

Cane nel canile (Foto Pixabay)
Cane nel canile (Foto Pixabay)

Ci risiamo. L’ennesimo caso di maltrattamento di animali che coinvolge 40 cani. Siamo a Catania e la vicenda che stiamo per raccontarvi riguarda un canile abusivo costruito in maniera illegale su un terreno di proprietà nel Comune di Catania. Accanto alla struttura sono stati rinvenuti anche due bambini chiusi a chiave al suo interno. Ecco la vicenda.

Canile abusivo, 40 animali tenute in cattive condizioni 

Sguardo triste (Foto Pixabay)
Sguardo triste (Foto Pixabay)

Purtroppo come accade spesso, il problema riscontrato non è solo quello dell’illegalità ma anche delle precarie condizioni in cui sono tenuti i quattro zampe. Il loro stato di igiene e di salute non è in linea con le norme di pulizia e di cura che normalmente dovrebbero essere applicate a tutti i pelosetti. Le loro precarie condizioni igieniche sono state riscontrate dagli investigatori che che hanno scattato una foto per documentare la triste e difficile vicenda. Non è tutto..perché i poliziotti hanno visto anche che la struttura era provvista di energia elettrica ma privo di contatore. Inoltre, gli agenti hanno trovato anche due bambini chiusi a chiave nella casa di fianco il canile. L’aspetto tragico concerne anche il fatto che i genitori hanno anche rivolto delle minacce agli agenti. Il responsabile di tutto ciò è stato giustamente denunciato, oltre che per cattiva detenzione di animali anche per oltraggio al pubblico ufficiale. A tali denunce si sono aggiunte anche quelle relative al furto di energia elettrica, abuso edilizio e invasione di terreni pubblici. Oltre all’uomo è stata denunciata anche la donna che ha ricevuto un reclamo anche per il rifiuto di indossare i dispositivi di protezione anti Covid-19.

Potrebbe interessarti anche: Carabinieri intervengono in un canile abusivo denunciati due uomini

Una vicenda che suscita rabbia per i maltrattamenti riservati agli animali e per la reazione dei responsabili nei confronti delle forse dell’Ordine. E’ importante ribadire che gli animali sono esseri viventi che meritano tutela e rispetto. La nostra speranza è che simili episodi possano cessare definitivamente. I nostri amici pelosi devono essere tutelati e come tali, preservati da ogni atteggiamento irrispettoso e indifferente nei confronti della loro salute e della loro stessa vita.

 

Benedicta Felice