Home Cavalli Il Cavallo di Barbie: il giocattolo sognato da molte generazioni

Il Cavallo di Barbie: il giocattolo sognato da molte generazioni

ULTIMO AGGIORNAMENTO 12:14
CONDIVIDI

Il cavallo giocattolo è un mito antico sempre desiderato dai bambini: che sia il cavallo a dondolo o il cavallino delle giostre, fino ai cavalli di Barbiecavalli barbie

Il piccolo ranch di BarbieTra cavalli giocattoli più famosi, impossibile non citare i cavalli di Barbie. Introdotto negli anni Ottanta, sono stati prodotti diversi cavalli per andare incontro agli amanti dell’equitazione e ai diversi gusti: il cavallo sauro con la sella da monta western e le gambe snodate, il cavallo grigio con la criniera molto lunga e il passo alzato in stile andaluso alta scuola, il cavallo nero ma anche il pony della sorelline di Barbie, Skipper. Sono susseguiti cavalli per le carrozze fino alle più recenti creazioni di pony per tutti i piccoli protagonisti che hanno integrato il magico mondo della grande famiglia della bambola più famosa del mondo.

Barbie ha saputo rinnovarsi attraverso oltre cinquant’anni di storia.

I cavalli di Barbie

Barbie Cowgirl, anni ’80

I creatori di Barbie hanno realizzato numerose confezioni a tema dal cavallo che traina la carrozza della principessa dei sogni, quella di Cerenentola, della Bella Addormentata nel bosco passando per il cavallo da slitta sulla neve fino al piccolo ranch, alla Barbie Cow Boy, la Barbie Amazzone, la Barbie che pratica diverse discipline come il salto a ostacoli o il Cross Country.

Stalla di Barbie

Ogni dettaglio è stato curato: la stalla con il box, i paddock, i piccoli recinti staccionate, le balle di fieno, la carriola, secchi, passando agli accessori per la cura del cavallo come le spazzole e i finimenti, capezza, redini, sella, staffe, paraocchi, coperte fiorite, ferri rosa, para stinchi o para zoccoli, borse per equitazione oppure gli ostacoli da maneggio.

Anche l’abbigliamento della Barbie e delle bambine che montano sui pony è stato ideato appositamente: stivali per equitazione,stivali da pioggia, il casco per montare, il giubbotto di protezione.

L’evoluzione ha sempre seguite la moda e le tendenza dagli anni Ottanta ad oggi, arrivando anche a introdurre le nuove tecnologie fino al lancio negli anni 200 del cavallo che parla e nitrisce e infine del cavallo interattivo che si muove da solo a comando e interagisce con il comando vocale. Una vera e propria rivoluzione che tutte le bambine tra gli anni ’80 e ’90 avrebbero sognato.

La Barbie a Cavallo

Mistero, anni 80

Da Champion, il cavallo nero vincitore di tanti a Diva, passando per il pony Dixie o Lucky o la cavalla Allegra, che nitrisce. L’evoluzione del design, delle tematiche sposa le mode, i colori e le tendenze di un’epoca. Anche le forme del cavallo sono cambiate, in alcuni casi si sono ammorbidite. Nella storia dei cavalli di Barbie, non mancano alcune edizioni speciali legate alle favole come il calesse di Barbie Cerenentola o Barbie in Dreamtopia. Nel XXI secolo è stata prodotta anche l’animazione con tutte le storie di Barbie. Mini serie Tv che hanno rilanciato lo stile, le avventure di Barbie e i protagonisti che sono stati poi prodotti in versione giocattolo.

Anni ’80

Zucchero, il cavallo western

 

Principessa, l’arabo di Barbie

Allegra, la cavalla che nitrisce da concorso

Dixie, il primo pony di Skipper

Anni ’90

La carrozza

Brushable Beauty

Il calesse di Barbie

 

Anni 2000

Il cavalo da slitta sulla neve

Barbie magia delle feste

L’unicorno di Barbie Dreamtopia

Il cavallo per il salto ostacoli

Il cavallo interattivo che cammina da solo

Leggi anche–> Barbie animalista: i mestieri del National Geographic

C.D.