Home News Chiude il cane nel sottosella del motorino e va in ospedale

Chiude il cane nel sottosella del motorino e va in ospedale

Un cane è stato chiuso nel vano sottosella del motorino del proprietario perché l’uomo doveva recarsi in ospedale

cane chiuso sottosella motorino
Il cane chiuso dal proprietario nel vano sottosella del motorino (Foto Twitter)

L’assurda vicenda è accaduta a Barcellona, lo scorso 23 aprile, nei pressi dell’Hospital del Vendrel. Il proprietario di un cane ha rinchiuso il suo quattro zampe nel vano sottosella del suo motorino. Il cucciolo, costretto in quel vano angusto e asfissiante, ha iniziato a guaire attirando l’attenzione di un passante.

Proprietario si reca in ospedale e chiude il cane nel vano sottosella del motorino

cane sella moto
Il cane chiuso dal proprietario nel vano sottosella del motorino (Foto Twitter)

Il segnalatore ha allertato le forze dell’ordine riportando che “sentiva un cane piangere dall’interno della sella di un motorino” e che il motociclo era stato parcheggiato nei pressi dell’Hospital del Vendrel.

Gli agenti della polizia sono prontamente giunti in loco per verificare la situazione e hanno appurato che il povero cagnolino impaurito era stato rinchiuso nel sottosella del motorino.

Potrebbe interessarti anche: Scatta una fotografia al cane: accusato sui social di essere un rapitore (FOTO)

Solo poco tempo dopo, il proprietario del Fido ha fatto ritorno. Pare che l’uomo abbia giustificato la presenza del cane nel vano sottosella, asserendo che “non sapeva dove lasciare l’animaletto.”

Dalla ricostruzione dei fatti, il proprietario doveva effettuare un esame di controllo presso l’Hospital del Vendrel. Il giovane si è recato al nosocomio in moto e con il suo animale domestico. Giunto in loco, il padrone non potendo portare il Fido con sé e non trovando altra soluzione, ha deciso di posizionarlo nel vano del sottosella della motorino.

Potrebbe interessarti anche: Lagertha, il cane lasciato a marcire in una gabbia dopo il trasloco

Il proprietario è stato denunciato dalle autorità per maltrattamento di animali.
La Mossos d’Esquadra ha riportato l’accaduto anche sul proprio profilo social, ricordando a tutti i proprietari di animali d’affezione che “anche se si hanno appuntamenti importanti da rispettare, tali motivazioni non costituiscono giustificazioni valide per non occuparsi in maniera adeguata dei propri animali domestici o compiere gesti che possano mettere in pericolo la loro vita”.

Il cagnolino per fortuna sta bene, ma la sua vicenda e la foto che mostrava il suo sguardo triste e spaventato hanno infervorato gli animi degli utenti del web.
Molti di loro hanno invocato pene più severe nei confronti di chi si macchia di questi reati.
Uno di questi, particolarmente indignato, ha gravemente asserito: “Non è ammissibile lasciare animali nelle mani di pazzi del genere”.

Per restare sempre aggiornato su news, storie, consigli e tanto altro sul mondo degli animali continua a seguirci sui nostri profili Facebook e Instagram. Se invece vuoi dare un’occhiata ai nostri video, puoi visitare il nostro canale YouTube.

M. L.